Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
24 settembre 2015 4 24 /09 /settembre /2015 17:09

Coltivare un'aiuola, pulire una strada, imbiancare una scuola, per estinguere debiti con il Comune su tasse, multe o rette non pagate. Palazzo Marino introduce a Milano il "baratto
amministrativo", strumento previsto dal decreto Sblocca Italia che consente "lavori socialmente utili" da parte dei cittadini in cambio di esenzione o riduzione di tributi. E' la prima grande citta' italiana a farlo, hanno spiegato il vicesindaco e assessore al Bilancio Francesca Balzani e la titolare del Verde Chiara Bisconti, dopo l'approvazione in giunta della delibera che adotta questa "pratica collaborativa fra pubblico e privato". E al contrario dei piccoli comuni che finora l'hanno istituita prevedendo vantaggi fiscali, a Milano sara' usata solo per estinguere debiti pregressi, anteriori al 2013, per morosita' incolpevole: al baratto amministrativo potrà' accedere chi ha da sanare tributi comunali come Ici, Imu e tassa rifiuti, sanzioni, affitti o rette scolastiche non versati per un valore
minimo di 1.500 euro, se ha un Isee fino a 21mila euro e una dimostrata riduzione della propria capacita' di reddito, per cassa integrazione o perdita del lavoro. Il bando destinato a questi cittadini sara' pronto per il prossimo gennaio.

Anche Milano, dopo che già lo hanno adottato alcuni piccoli Comuni, si affida al 'baratto amministrativo' introdotto dallo Sblocca Italia. Seppur con alcuni "correttivi". In pratica, i cittadini che hanno debiti nei confronti del Comune potranno, a certe condizioni, sanare la
propria posizione a fronte della realizzazione di alcuni piccoli interventi.
La delibera è stata approvata oggi dalla Giunta che ora - "entro Natale" - dovrà individuare quali interventi mettere a disposizione per il baratto amministrativo per poi, con il nuovo anno, aprire il primo bando di candidatura. Ma, al contrario di quanto fatto finora altrove (ovvero, dare la possibilità ai cittadini di mettere a disposizione il proprio tempo in cambio
di vantaggi fiscali futuri), la sperimentazione introdotta da Palazzo Marino avrà un'altra filosofia. Alla novità - hanno spiegato oggi il vicesindaco Francesca Balzani e l'assessore al
Verde, Chiara Bisconti - potrà accedere solo chi vuole estinguere morosità incolpevoli relative a tributi comunali (dall'Ici alla tassa sui rifiuti), multe ed entrate patrimoniali (come affitti delle case popolari e rette scolastiche), ma per debiti antecedenti il 2013 e con un valore minimo di 1.500 euro. Potrà essere inoltre richiesto solo da persone fisiche e
titolari di ditte individuali residenti a Milano e con un reddito Isee fino a 21 mila euro. Tra i progetti che si sta studiando di proporre per saldare i debiti - hanno anticipato i due esponenti della Giunta Pisapia - ci sono, ad esempio, interventi di pulizia, cura o manutenzione di strade, edifici pubblici e aree verdi. (ANSA).

Condividi post

Repost 0
Published by elisabettastradaxpisapia
scrivi un commento

commenti

Presentazione

  • : elisabettastradaconsigliocomunale
  • Contatti

Profilo

  • elisabettastrada
  • Da giugno 2011 sono Consigliere Comunale della Milano Civica x Pisapia Sindaco
  • Da giugno 2011 sono Consigliere Comunale della Milano Civica x Pisapia Sindaco

Cerca

Link