Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
10 novembre 2011 4 10 /11 /novembre /2011 10:51

In questi giorni si é parlato moltissimo e discusso pure tanto sulla Zona C, devo iniziare ad abituarmi a questo nome, e sugli interventi immediati da fare per migliorare i servizi di mobilità sostenibile.

Abbiamo, non ricordo se già comunicatovi, istituito un gruppo di lavoro bipartisan sulla mobilità su due ruote. Avremo un incontro con Assessore Maran a breve per capire sviluppi e strategie di intervento.

Ho fatto circolare la nota dell'Assessore Granelli con interventi di controllo e sicurezza da parte dei vigili. Oggi sul Corriere c'é pure una sua intervista che racconta come si sta muovendo ma che avremmo bisogno di altro personale a supporto. Ma anche qui mi sa che siamo bloccati per via del famoso patto di stabilità che ormai ci perseguita in tutte le forme.

Per quanto riguarda invece i mezzi pubblici, ci sono una serie di interventi che sta facendo l'amministrazione comunale :

  • sono state installate 9 nuove telecamere a protezione delle corsie preferenziali (V. Sesto S. Giovanni, C.so di P.ta Ticinese, V. Negrelli, V. Mazzini, V. S. Clemente, C.so Porta Vicentina, V. Broletto, V.le Forlanini)  e si sta installando la decima in via Meravigli
  • si stanno individuando nuove strade da rendere preferenziali (sempre nell'ottica di accelerazione traffico mezzi pubblici)
  • stiamo lavorando sul potenziamento dei mezzi ma..

c'é un piccolo dettaglio che forse pochi conoscono. La vecchia giunta Moratti ha stipulato un contratto capestro e assurdo con ATM, un contratto che porta all'inefficienza. Si chiama contratto "gross cost". In sintesi il Comune di Milano dà d ATM 610 milioni di euro all'anno per erogare il servizio e intasca nel suo bilancio, oltre ai contributi regionali e nazionali, che sono stati tagliati come sappiamo, i soldi dei biglietti e degli abbonamenti. Questo porta ovviamente ATM a non avere interesse ad incrementare le corse e i viaggiatori o a far si che si paghino i biglietti, perché ha comunque garantiti i suoi 610 milioni. Ora con il nuovo CdA di ATM si dovrà iniziare a rivedere tale contratto, premesso sia possibile farlo, e capire come intervenire sul miglioramento dei servizi a prescindere dal contratto gross cost.

 

In questi giorni si parla tanto anche della vendita di Sea e Serravalle. E' un gran casino. Devo dire che non invidio Anna che si sta facendo le commissioni bilancio e partecipate nella quale si affronta questo problema. Preferisco trattare della nostra quotidianità come sto facendo con la scuola. Altro problemino..

 

Comunque, anche stasera ci sarà un nuovo incontro di maggioranza per capire bene questo/questi bandi.

Faccio mie le parole di Mirko Mazzali (consigliere di Sel) di qualche giorno fa e aggiungo qualche considerazione:

 
 1) non si può e non si vuole sforare il patto di stabilità. non vogliamo mezzo miliardo di mancati trasferimenti il prossimo anno (motivo economico)  
 e non vogliamo contribuire all'indebitamento dell'Italia e al dramma complessivo (motivo politico) 
 2) il patto di stabilità è un capestro, più volte è stata chiesta una deroga - magari in relazione alle spese che sosterremo per Expo. Per ora nessuna deroga. 
 3) servono entro il 31 Dicembre fra i 350 e i 400 milioni di Euro per poter affrontare il bilancio e gli obiettivi di bilancio dati dal rispetto del patto di cui sopra 
 4) Serravalle non la vuole nessuno o perlomeno così sembrerebbe, dato che due bandi sono andati deserti. 
 5) Sea è appetibile ed è un'azienda che ha lavorato molto per recuperare i problemi della crisi di Alitalia e di Malpensa, con un'impostazione di collaborazione fra le parti - anche sindacali - innovativa. Ha ricevuto l'OK per andare in borsa, ma per ora non ci va perché la situazione dei mercati è pessima e ci perderebbe. 
 6) Sono arrivate due espressioni di interesse per Serravalle 18.6% e SEA 20%: la prima del fondo immobiliare italiano F2i, la seconda di una super holding indiana SREI  
 7) il Comune vuole rimanere con il 51% di SEA, anche il Consiglio lo ha detto espressamente con un emendamento della passata consiliatura. 
 8) Se non vendi Serravalle, trovi i soldi sufficienti e necessari solo se vendi più o meno il 30% di SEA. Per esempio il 33%. 
 9) Se vendi il 33% di SEA diventa "faticoso" proseguire con l'idea di quotarsi in borsa, perché le azioni del Comune scenderebbero sotto il 50.1% (il tutto avrebbe dovuto svolgersi a valle di una ricapitalizzazione con l'impegno di azionariato diffuso, magari proprio fra i lavoratori). 
 10) La Giunta ha deciso di fare 2 bandi: vendita insieme del 29,75% oppure separatamente come da punto 6) 
 11) Tutto questo deve essere e sarà trasparente: il bando sarà pubblico e internazionale, .Il Consiglio Comunale di oggi é stato annullato per definire questa difficile delibera, e sarà convocato domani e forse nel weekend, no stop. Waoh! 

 



 

Condividi post

Repost 0
Published by elisabettastradaxpisapia
scrivi un commento

commenti

Presentazione

  • : elisabettastradaconsigliocomunale
  • Contatti

Profilo

  • elisabettastrada
  • Da giugno 2011 sono Consigliere Comunale della Milano Civica x Pisapia Sindaco
  • Da giugno 2011 sono Consigliere Comunale della Milano Civica x Pisapia Sindaco

Cerca

Link