Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
10 settembre 2014 3 10 /09 /settembre /2014 20:16

Carissimi

eccoci rientrati dalle vacanze, gustate in pieno dopo il tour de force di giugno e luglio, che ha visto il Consiglio Comunale impegnato con l'approvazione di 7 delibere pesanti, di entrate e uscite di Bilancio Preventivo. Approvato finalmente lunedì scorso.

La ripresa ci vede impegnati ancora con due delibere di bilancio, con le nuove tariffe per gli impianti sportivi (l'inserimento di gratuità per i bambini sotto ai 5 anni e agevolazioni per le associazioni sportive, oltre ad una rivisitazione dei costi degli impianti in base al reddito ISEE) e delle agevolazioni sulla Cosap - per passare poi al Regolamento Edilizio e mi auguro finalmente a ridosso con la discussione della delibera consigliare sulla revisione del Regolamento Del Consiglio.

 

Ma uno degli appuntamenti più vicini sarà l'elezione del Nuovo Consiglio della Città Metropolitana. Il nuovo organo che dovrà creare lo Statuto del nuovo Ente e i Regolamenti collegati. In questi mesi abbiamo fatto un grande lavoro con la coalizione di centro sinistra per definire i candidati della lista di coalizione, che mi ha visto impegnata in prima persona. Dopo grandi riflessioni e confronti ho deciso di non candidarmi per queste elezioni. Credo non si possa fare tutto. Sono stata eletta per il Consiglio Comunale, sono Capogruppo e sono sola. Milano sarà già ben rappresentata da altri colleghi che stimo molto. Con il Movimento Milano Civica abbiamo deciso così di lasciare lo spazio e il protagonismo a candidati civici dei Comuni in provincia. Molto affidabili, civici e responsabili. Che siano in prima linea nel lavoro della costruzione della Città Metropolitana, affinché la voce e le problematiche della provincia siano forti e protagoniste.

 

Se vi fa piacere qui di seguito un mio articolo pubblicato oggi su arcipelagomilano su questo tema

link

Partendo dalla bellissima esperienza di Milano, che vede la grande squadra del centro sinistra unita a sostegno del nostro Sindaco Giuliano Pisapia, lunedì 8 settembre, la coalizione del centrosinistra (composta da PD,  Movimento Civico, Sel e Rifondazione Comunista) ha presentato la lista unitaria con i candidati alle elezioni della Città Metropolitana che si terranno il 28 settembre.

Abbiamo lavorato alla formazione della lista perché il nostro contributo portasse un valore aggiunto alla coalizione. Non é stato semplice, la rete civica metropolitana non é ancora consolidata e l'organizzazione non così strutturata come in un partito.  Questo percorso, cominciato con il sostegno alle candidature delle amministrative del 2013, ci ha portato a conoscere e incontrare anche altre liste civiche e a recepire esigenze, bisogni, desideri, anche paure, nella costruzione del nuovo scenario metropolitano. Siamo partiti con la suddivisione dell’area metropolitana in 4 aree omogenee. All’interno di queste si è cominciato con l’ascoltare proposte di persone che si sono candidate perché il territorio glielo chiedeva. Non solo. Consapevoli della vastità dell'area che rappresentano (sono quattro i nostri candidati) questi cittadini attivi hanno costituito comitati, avvalendosi di altri rappresentanti del territorio che li supporteranno nella loro attività di consiglieri. Quello della cittadinanza attiva è un valore in cui crediamo e arriviamo a questa cruciale scadenza di legge consapevoli del ruolo innovativo e sempre più decisivo che rappresentiamo nell’ambito dell’offerta politica del centrosinistra. Vogliamo essere il ponte tra i partiti tradizionali e i cittadini indipendenti che desiderano partecipare attivamente alla vita pubblica della comunità in cui vivono.

 

Nel dibattito politico, sul futuro della Città Metropolitana, il leit motiv costante tra le liste è l'esigenza di fugare ogni pericolo di "milanocentrismo".  Per questo abbiamo deciso di fare una scelta coraggiosa. Milano sarà già molto ben rappresentata dai partiti della coalizione. Il Movimento Civico ha deciso quindi disostenere i candidati della provincia, con una visione politica centrifuga, rispetto a Milano non candidando il consigliere comunale di Milano per favorire i comuni più piccoli.  Il voto "pesante" di Milano (il voto della Città Metropolitana è un voto ponderato che pesa in base al numero degli abitanti del Comune di riferimento) può fare la differenza per un candidato del territorio, quindi aiuterà i nostri candidati a diventare consiglieri, non viceversa.E’ un’opportunità che vogliamo mettere sul tavolo per dare più forza al territorio rispetto a Milano.

 

La creazione di reti civiche territoriali ha dato anche inizio a un'operazione politica collegiale, condivisa e di cittadinanza attiva civica. Abbiamo la presunzione di pensare  di aver fornito un forte valore aggiunto alla coalizione del centrosinistra. Non é che l'inizio: ci auguriamo di avere quattro consiglieri metropolitani civici. Ma un risultato lo abbiamo già ottenuto: la grande partita di squadra che stiamo giocando, con un numero sempre maggiore di adesioni ai comitati e di lavoro congiunto con l’unico obiettivo del bene comune.

Creare la nuova Città Metropolitana insieme agli eletti del centro sinistra sarà un’opportunità fantastica atta a creare una nuova città per tutti. Una città che offrirà a tutti i cittadini + Opportunità, + Territorio, + Semplicità e +Servizi.

Partendo dalle esigenze del territorio sarà un’occasione per fare scelte e strategie che dovranno ricadere su un miglioramento effettivo della vita quotidiana dei cittadini. Altrimenti sarà un'occasione persa. La Città Metropolitana ci permetterà di avere ad esempio +servizi . Si potrà pensare a come sviluppare un nuovo livello di cittadinanza/residenzialità metropolitana.Che vada ad aggiungersi a quella comunale. Una formula che  permetta ai singoli cittadini residenti di un Comune di poter usufruire dei servizi di un altro Comune alle medesime tariffe di quest’ultimo  e senza essere considerati non residenti, ma residenti della Città Metropolitana. Un caso molto frequente e specifico: un residente di Arese che lavora a Milano che per motivi lavorativi desidera iscrivere il proprio figlio ad un nido in  Milano oggi può farlo ma deve sostenere la tariffa da non residente. Si dovranno sviluppare tre livelli di residenza, come avviene ad esempio con per i cittadini Italiani verso quelli della Comunità Europea, verso quelli non Comunità Europea.  

1) residente del Comune di provenienza

2) residenza/cittadino della Città Metropolitana

3) non residente.

 

 I candidati che il territorio ha scelto sono :

·         area nord ovest : Michela Palestra Sindaco di Arese.

·         area nord est :     Roberto Maviglia - Sindaco di Cassano d'Adda e                 Ilaria Scaccabarozzi - Consigliera Comunale di Gorgonzola

·         area sud:              Roberto Masiero - Consigliere Comunale di Corsico. 


Condividi post

Repost 0
Published by elisabettastradaxpisapia
scrivi un commento

commenti

Presentazione

  • : elisabettastradaconsigliocomunale
  • Contatti

Profilo

  • elisabettastrada
  • Da giugno 2011 sono Consigliere Comunale della Milano Civica x Pisapia Sindaco
  • Da giugno 2011 sono Consigliere Comunale della Milano Civica x Pisapia Sindaco

Cerca

Link