Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
16 settembre 2011 5 16 /09 /settembre /2011 21:33

Ieri il Consiglio Comunale é stato diverso dal solito in quanto era un Consiglio aperto. Hanno partecipato molti sindaci di altri paesi e il vice presidente di ANCI.

l'Assessore Tabacci ha raccontato le conseguenze della manovra sui comuni e specialmente su Milano. Ogni gruppo Consiliare ha incaricato un membro per il discorso. A me é toccato quello della Milano Civica.

Eccolo qui di seguito:

 

 

Buonasera a tutti,

 

Mi spiace moltissimo trovarci oggi tutti in questa situazione. Siamo di fronte ad un’insipienza di un governo che non ha saputo prevedere ciò che sta succedendo ormai da tempo nel mondo. Un governo che ha dimostrato, ancora una volta con questa manovra, di non avere una linea precisa che prevalga rispetto alle varie linee guida interne al governo, in nome di un equilibrio di potere anziché un progetto strategico e politico di sviluppo del paese.

 

Un governo che ha fatto bandiera e demonizzato le tasse, che si è  basato su iniziative una tantum di condoni, rientri di capitali dall’estero tassati del solo 5% anziché 33 come in GB. Non dico che è una gioia pagare le tasse e che siamo felici di pagare, ma dico che le tasse servono e sono necessarie. Serve pagare le tasse e serve che tutti le paghino. Le tasse devono essere pagate da tutti per offrire servizi per tutti.

 

Credo che oggi uno dei maggiori problemi dell’Italia sia il bisogno di recuperare in credibilità e rilevanza, soprattutto agli occhi dei paesi stranieri. Senza credibilità non ci saranno investimenti di capitale estero e non ci può essere una politica di sviluppo del paese. La credibilità viene data dall’immagine del paese, che deriva in primis dal governo e dalle sue scelte politiche. La credibilità e la rilevanza di un paese si creano sulla serietà, sulla legalità, sulla progettualità, su una seria lotta all’evasione fiscale, all’abolizione degli sprechi, sulla ricerca e innovazione, ma soprattutto sulla rispettabilità.

 

Non posso affermare che la manovra di oggi si basi su questi principi. La manovra di oggi va a pesare ancora una volta sui cittadini, sui soliti cittadini. Non ci sono stati tagli ai costi della politica (si è ipotizzato i tagli ai piccoli comuni, senza valutare che un assessore di un comune sotto i 1000 abitanti ha come remunerazione sui 150 euro lordi all’anno, non mi sembra un gran risparmio), non mi sembra ci sia una progettualità  seria sulla lotta all’evasione fiscale. Ci sarà invece una nuova “mazzata”sui Comuni, a Milano di 283 mio di euro, la terza nel 2011, dopo i già ultimi drammatici tagli di luglio, che ricadrà sui servizi e quindi ancora sui cittadini. Vediamo già oggi che per mantenere al patto di stabilità a Milano non possiamo assumere 130 educatrici nelle scuole d’infanzia. A luglio abbiamo dovuto applicare l’addizionale Irpef. Domani che succederà.

 

Una manovra che vede l’aumento dell’età pensionabile. Trovo che questa sia una scelta inaccettabile in quanto altamente antisociale.

 

Aumentare l’età pensionabile significa:

 

·      Non lasciare liberi i posti di lavoro ai giovani. Già oggi il livello di disoccupazione giovanile sappiamo essere altissimo, non oso pensare domani

 

·      Ci sono dei mestieri fisicamente alienanti, già oltre i 55 anni , non sto pensando ai lavoratori nelle miniere, ma anche semplicemente ad un’educatrice di nido di oltre i 60 anni

 

·      Infine ma di grande importanza, oggi i nonni sono una risorsa per le giovani famiglie, i nonni sopperiscono ai servizi e conciliano gli orari di lavoro con il ritmo della vita, in aiuto dei giovani genitori, se togliamo anche questa risorsa la nostra società farà ancora meno figli.

 

Trovo infine vergognoso che il Governo oggi non abbia ascoltato la voce degli Enti locali. La partecipazione e l’ascolto sappiamo essere necessari non solo per trovare delle soluzioni accettabili dalle parti, ma anche per dare risposte intelligenti.

 

Per concludere voglio ringraziare ANCI, il nostro Sindaco, e tutti i Sindaci, di questa lodevole iniziativa trasversale, a cui aderiamo con piacere, a dimostrazione che oggi c’è davvero voglia di cambiare modo di fare politica, oggi si ha necessità di trovare una nuova forma di governare che ridia valore alla politica, all’Italia, alle città e alle persone.

 

 

Condividi post

Repost 0
Published by elisabettastradaxpisapia
scrivi un commento

commenti

Presentazione

  • : elisabettastradaconsigliocomunale
  • Contatti

Profilo

  • elisabettastrada
  • Da giugno 2011 sono Consigliere Comunale della Milano Civica x Pisapia Sindaco
  • Da giugno 2011 sono Consigliere Comunale della Milano Civica x Pisapia Sindaco

Cerca

Link