Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
22 ottobre 2014 3 22 /10 /ottobre /2014 11:53
In questi giorni si sta dibattendo su M4. Procedere o non procedere con questo progetto ?

Due le riflessioni che si stanno facendo "dentro a palazzo"

ogni infrastruttura di trasporto pubblico va sostenuta con tutte le forze e va incentivata il più possibile

Ma:

1) il progetto M4 è un progetto lontano dalle esigenze di oggi di trasporto pubblico. È ancora vincolato ad un traffico interno alla città e non vede nessun sviluppo nella Cotta Metropolitana, oggi realtà e soprattutto esigenza imprenscindibile per la viabilità e riduzione del traffico
2) il progetto M4 è un progetto fatto e vinto in sistema di project financing. Significa con sostegno dei privati. Un investimento di 482 mio da parte dei privati, il Comune di Milano e lo Stato verseranno 1850 mio. Con un costo di gestione a carico del Comune di Milano di 100 mio all'anno per 22 anni. Questo costo andrà ad aggiungersi a quello che verrà riconosciuto a fronte della messa a regime di M5 di altri 100 mio all'anno che vanno ad aggiungersi al contratto di servizio con ATM di oltre 600 mio annuali.
Questi costi si scontrano inoltre con una riduzione continua dei trasferimenti da parte dello stato, spingendo così il Comune, a prescindere da chi lo governa, nei prossimi 22 anni di prendere delle decisioni difficili e non troppo popolari: incremento deciso delle tariffe sui trasporti o incremento ulteriore (direi che non ne abbiamo bisogno) delle imposte locali.

Oltre a ciò M4 significa devastazione del Parco Solari e delle alberature di Viale Indipendenza.

Ma con che faccia e coraggio annullare un'opera di questo tipo e privare i milanesi di una nuova linea di metropolitana?

Alcuni mi chiedono perché se ne sta discutendo ora. Entro dicembre avverrà il Crosignani finanziario tra la concessionaria e banche , pertanto qualunque decisione o intervento va preso in questo momento.

Si può rivedere il progetto economico e di percorso?
Ma davvero con che coraggio dire di NO a M4?
Dilemma difficile. Amleto non viene incontro...


Vi segnalo per approfondimenti:
Articolo del prof Andrea Boitani (economista Universita Cattolica ) di domenica su Repubblica (provo ad allegarvi un link)
http://www.astampa.rassegnestampa.it/ComunediMilano/PDF/2014/2014-10-19/2014101928623178.pdf

Articolo Di Luca Beltrami Gadola su Arcipelagomilano.org di oggi

Condividi post

Repost 0
Published by elisabettastradaxpisapia
scrivi un commento

commenti

diego jesi 10/23/2014 10:07

Cara Elisabetta,
io sono per andare avanti:il Progresso e lo Sviluppo di una città devono per forza incontrare ostacoli:alcune piante,che poi si ripiantano del Parco Solari non devono essere un tronco sui binari
del treno superveloce.
Gli amministratori di una città si riconosceranno per quello che hanno realizzato, non per i tagli alle spese.Le cose più belle fatte a Milano risalgono a Napoleone.
Quindi datevi da fare per realizzare "opere" che restino, come ad esempio la M4
Ciao
Diego Jesi

attilio 10/22/2014 23:54

Ciao Betta
non conosco il dettaglio del progetto M4, ma le infrastrutture per il trasporto pubblico metropolitano sono indispensabili.
Certo ci sono dei sacrifici da fare, ma penso che ne valga la pena, sempre che il lavoro sia fatto bene e nei tempi ovviamente.

Nel frattempo fateci la ciclabile in cola di rienzo.

Un saluto
Attilio

Paolo Roda 10/22/2014 16:27

Cara Betta, non sono assolutamente d'accordo sul non fare la linea 4. Non si può pensare che Milano possa considerarsi una metropoli a livello europeo con 4 linee di metropolitana. La metropolitana
snellisce il traffico, lo velocizza rende la nostra città più vivibile anche se come spero debba cambiare la sua missione da citta parafinanaziaria a città d'arte, che non vuol dire essere un
deposito di semafori stradali il più delle volte messi per usare un eufemismo in maniera casual ........
Essere una città d'arte non vuol dire una soffitta di anticaglie, ma vuol dire gestire il passato con mezzi moderni. Per quanto riguarda le piante e i parchi mi farebbe piacere discuterne a lungo.
Se vogliamo costruire una rete di metropolitane moderna prendiamo un aereo andiamo a Berlino e vedremo che i lavori per la metropolitana in Unten der Linden sono su tre turni giornalieri! Andiamo,
per contro, a vedere come si lavora oggi a Milano su naviglio Grande! Quello che regna è la disorganizzazione Rimbocchiamoci le maniche e torniamo a formare una classe dirigente, impiegatizia ed
operaia fiera del loro lavoro. Qui sarà meglio fermarsi ......Scusa la prolissità ma quando ci vuole ci vuole Con affetto Paolo Roda

Presentazione

  • : elisabettastradaconsigliocomunale
  • Contatti

Profilo

  • elisabettastrada
  • Da giugno 2011 sono Consigliere Comunale della Milano Civica x Pisapia Sindaco
  • Da giugno 2011 sono Consigliere Comunale della Milano Civica x Pisapia Sindaco

Cerca

Link