Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
5 novembre 2011 6 05 /11 /novembre /2011 14:41

Oggi é stato fatto un passo importante verso la MOBILITA' SOSTENIBILE. Il primo passo per muoverci tutti in modo diverso a Milano. Chi con più difficoltà e sacrificio, chi con più coraggio, chi con più stoltezza, chi con più fortuna, chi con più facilità. 

 

Siamo in fondo riusciti a cambiare le nostre abitudini già con la legge Sirchia sul divieto di fumo nei locali pubblici, all'inizio sembrava una cosa drammatica. Oggi l'apprezziamo. Lo abbiamo fatto con le cinture di sicurezza, con il casco d'estate ( lo avete mai provato?), ma sono tutte nuove abitudini fatte nel segno della sicurezza.

 

Credo che anche sulla mobilità a Milano, dobbiamo fare tutti uno sforzo per cambiare il modo di viverla. Io per prima. Cambiare modo di muoverci dovrebbe permetterci di avere una città più pulita, più veloce, più sicura, più attenta, più a ritmi umani e meno stressati. Mi piacerebbe Milano fosse diversa. 

 

Abbiamo visto i risultati delle analisi fatte da Amat (agenzia moblilità urbana di milano) dall'epoca pre-ecopass ad oggi :

  • - 16% di traffico dentro zona ecopass (7,6% fuori)
  • + 16% auto meno inquinanti
  • - 12,8% di incidenti
  • + 8% velocità mezzi pubblici
  • + 8% di passeggeri ATM
  • - 15% livelli di pm10

 

Sono sempre stata molto d'accordo, anche se molti di voi meno, alla revisione della congestion. Già i risultati referendari davano un'indicazione molto precisa a Milano, un'indicazione che invitava a fare delle scelte coraggiose. In campagna elettorale quello che emergeva tra i problemi primari da risolvere erano proprio inquinamento e traffico. (ovviamente a parte problemi ben più grandi come la casa, il lavoro ecc)

Il traffico, é uno delle principali cause dell'inquinamento (vedi superamento continuio della soglia di tolleranza a settembre/ottobre, prima dell'accensione caldaie). Il traffico e non solo la classe di appartenenza, ma anche i freni, ruote ecc.

 

Sono contenta che si sia fatta una scelta coraggiosa. Anche il mio semplice sondaggio dava ragione alla necessità di farla.  

A Milano ci sono 60 auto ogni 100 persone. A NY meno di 20; la media europea é sui 40.

A Milano ci potrebbero essere 90/260 morti in meno all'anno se il pm10 fosse ai livelli consigliati.

Non possiamo continuare però con Ecopass così come é oggi perché ha finito il suo compito. Il parco auto é cambiato. Sta aumentando il traffico, in quanto non più "inquinante" nella zona Ecopass, e quindi dobbiamo cambiare modalità.

 

Credo che avremmo potuto anche essere ancora più severi, anche con le facilitazioni. Per essere completamente equi. Ognuno ha le proprie difficoltà. I residenti, soprattutto quelli che lavorano fuori Milano, a rientrare a casa. I commercianti a raggiungere il proprio luogo di lavoro. I residenti che devono accompagnare gli anziani in ospedale. I non residenti dentro zona C che sono poco collegati con i mezzi. I possessori di Euro 0 - Diesel 3 che non possono cambiare i mezzi in continuazione. Ma abbiamo fatto il primo passo.

 

Ed é vero anche che a Milano non ci sono le alternative vere come a NY. Però la Giunta si é impegnata, e io gli starò sul collo, affinché vengano:

  • aumentate le corse dei mezzi , in frequenza e qualità
  • aumentate le corsie preferenziali
  • aumentate le zone pedonali
  • aumentate le piste ciclabili
  • aumentati i controlli severi dei vigili (a proposito ieri é stata deliberato un investimento forte sulla sicurezza e controllo stradale da parte dei vigili)
  • create politiche di mobilità sostenibile con hinterland
  • rinvestiti gli introiti della zona C solo per migliorare la mobilità sostenibile e in modo trasparente e programmato

Non é intervento per fare cassa, ma ovviamente i soldi ci serviranno per fare quanto sopra. E' un'intervento che serve per cambiare le nostre abitudini. E dovrà essere un intervento progressivo negli anni fino ad arrivare a quanto proclamato dal referendum, un allargamento totale fino alla circonvallazione esterna.

Sarà una sperimentazione biennale. Ogni semestre faremo un check. Ma sono contenta che siamo partiti. 

Che dire del nome, avrei preferito CITY PASS. MA zona C in fondo speriamo sia di buon auspicio e salutare..

 

VOGLIO POTERMI MUOVERE A MILANO. RESPIRANDO.

 

 

Condividi post

Repost 0
Published by elisabettastradaxpisapia
scrivi un commento

commenti

sergio 01/02/2012 20:07

Ma?.......

Cristina 12/20/2011 09:17

Siete ridicoli!!! Ma avete mai preso tutti i giorni i mezzi pubblici per andare a lavorare? Parliamone dei viaggi sui "carri bestiame". Sono 20 anni che vado a lavorare con i mezzi pubblici e sono
schifata!! E dove pensate di essere, nella vecchia Unione Sovietica? Avete tolto tante cose belle a Milano e siete solo stati capaci di aggiungere la Comunale.
L'unico obiettivo di questa giunta è FARE CASSA!
VERGOGNATEVI!

lorena 12/14/2011 20:28

Ma che risposta è perchè si dovrebbero pagare 360 euro per andare a lavorare ?
E poi non avete pensato a chi abita in prossimità del confine e deve fare la spesa fuori, altro che 40 ingressi.
Io abito in V.Monti se vado all'esselunga o al mercato di via Osoppo come ce la porto la spesa a casa nella gerla ?
Vado a fare un ora di volontariato al Don gnocchi 2 volte alla sattimana per dare da mangiare ai ragazzi disabili e se piove ovviamente ci vado in macchina perchè lavorando non posso permettermi il
lusso di metterci 2 ore tra andare e tornare con i mezzi , qundi anche su questo devo pagare?
Da quando siete al governo della città non ho visto altro che aumenti di tasse e balzelli questo è proprio l'ultima goccia.
Tra l'altro è comunque odiosa una norma che fa si che chi può pagare non ha problemi e gli altrio si arrangino.
Lorena

Sandra Soave 11/06/2011 16:26


Nonostante sia una ferma sostenitrice della necessità di tutelare la salute e l'ambiente e, nel mio piccolo, cerco di fare del mio meglio, aver tassato i residenti è veramente un colpo basso. Non
si può pagare tutti i giorni per andare al lavoro (sapete quanta gente che abita nella cerchia lavora fuori Milano?)-


elisabettastradaxpisapia 11/06/2011 23:25



Non sono d'accordo mi spiace. so che tanti lavorano fuori milano, ne sono consapevole. però molti usano la macchina anche per andare dal tintore. credo che dhi vive nell'area C, beato lui o lei che avrà meno traffico e meno inquinamento di chi vive fuori, pagherà 2 euro a ingresso. i
giorni lavorativi in un anno sono 220, 40 ingressi sono gratuiti, restano 180 ingressi all'anno pari a 360 euro se uno/a deve per forza tutti i giorni prendere l'auto, rientrare sempre prima
dello scadere del divieto (si paga solo entrando e non uscendo dall'area) e non può mai prendere un mezzo, condividere l'auto con un collega o usare che so la bici o il motorino. Se solo una
volta settimana prendesse un altro mezzo potrebbe ridurre di 80 euro l'importo annuo pagato. Credo che sarebbe più sensato che lasciare l'auto in sosta vietata fuori dalla
cerchia. Inoltre secondo i dati rilevati per quasi tre anni dall'Agenzia della mobilità le auto che con
l'ecopass in vigore, sia paganti che non, mediamente hanno effettuato più 40 ingressi all'anno sono una minoranza (da qui anche la decisione di fornire 40 permessi
gratuti). Pagheranno di più i non residenti che devono recarsi tutti i giorni nell'area C, che però è
servita da tre linee metropolitane, le ferrovie nord, e una fitta rete di bus e tram. Alcuni di loro avranno un conto salato da pagare, quelli che vivono in zone poco servite dai mezzi pubblici o
con servizi molto scadenti, non i residenti dell'area C.



Laura marsico 11/05/2011 17:04


Ciao Elisabetta, mi dono iscritta sl tuo blog venendone a conoscenza tramite tuo fratello Antonio. Vorrei complimentarmi sulle scelte fatte finora anche se io sostengo che la zona c andava estesa
almeno alla filotranviaria della 90. Io abito sulla cerchia dei bastioni in viale Gian galeazzo e spero che qui la situazione non Peggiori ulteriormente: qui parcheggiano tutti quelli che non
vogliono pagare sia sugli spazi residenti, sia con le 4 frecce, sia sul viale in divieto di sosta etc etc. La polizia non fa nulla, noi siamo esasperati. A questo proposito bisognerebbe potenziare
i controlli in queste zone di confine perchè per noi è invivibile.
Per le bici invece, spero si faccia veramente qualcosa...almeno mettere zone tipo i controviali a velocità 30 km ridotta, con dei dossi magari perchè Milano è verente indietro su questo!! Non dico
di diventare monaco o Berlino(magari!!) con piste sui marciapiedi, ma qualcosa andrà pur fatto...ormai siamo veramente tanti a girare in bici e ancora la gente ti guarda come fossi un
criminale!!
Grazie e un buon lavoro
Laura Marsico


elisabettastradaxpisapia 11/06/2011 23:22



ciao il referendum di giugno chiede allargamento zona congestion alla linea della 90. Ma oggi non si riesce ancora a fare fino a che non si potenziano i mezzi . il costo dell'allargamento é pure
eccessivo. infatti ad oggi ci sono 60 telecamere, allargare la zona si deve metterne 130. comunque so si farà nel prossimo futuro proprio perché decretato dal referendum



Presentazione

  • : elisabettastradaconsigliocomunale
  • Contatti

Profilo

  • elisabettastrada
  • Da giugno 2011 sono Consigliere Comunale della Milano Civica x Pisapia Sindaco
  • Da giugno 2011 sono Consigliere Comunale della Milano Civica x Pisapia Sindaco

Cerca

Link