Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
10 marzo 2016 4 10 /03 /marzo /2016 23:11

LORENTEGGIO, CHIUSO ITER ACCORDO DI PROGRAMMA PER PIANO RIQUALIFICAZIONE
Un grande intervento rivolto alle periferie
LORENTEGGIO, CHIUSO ITER ACCORDO DI PROGRAMMA PER PIANO RIQUALIFICAZIONE
(OMNIMILANO) Milano, 10 MAR - Il grande intervento di riqualificazione e
rigenerazione del quartiere Lorenteggio, un progetto da oltre 90 milioni di
euro, si appresta a diventare realta'. Si e' infatti concluso, con
l'approvazione da parte del Comune di Milano della relativa delibera, l'iter
dell'Accordo di Programma per la riqualificazione del quartiere Lorenteggio,
che era iniziato in febbraio con la firma, a Palazzo Lombardia, del testo
dell'Accordo da parte del Comitato dei rappresentanti, costituito dagli
assessori di Regione Lombardia Fabrizio Sala (vice presidente con delega alla
Casa, Housing sociale, Expo e Internazionalizzazione delle imprese) e Massimo
Garavaglia (Economia Crescita e Semplificazione), gli assessori del Comune di
Milano Daniela Benelli e Alessandro Balducci e il Presidente di Aler Milano
Gian Valerio Lombardi. L'area oggetto di intervento e' il quartiere di
edilizia residenziale pubblica delimitato dalle vie Odazio, Lorenteggio,
Inganni e Giambellino. L'ambito e' stato individuato in virtu' delle
criticita' riconosciute del tessuto edilizio e sociale, tali da determinare
l'esigenza di attivare un processo di generazione urbana e di inclusione
sociale. L'intervento, un laboratorio unico di 'riqualificazione della
periferia', finanziato con risorse comunitarie - si tratta di 55 milioni di
risorse in capo a Regione Lombardia, 25 milioni in capo al Comune per la
riqualificazione di spazi pubblici, oltre a 12 milioni per le opere di
bonifica amianto e di piccola manutenzione dal bilancio regionale -
interessera' 12 fabbricati per un totale di circa 400 alloggi; a questi si
aggiungono 25 fabbricati interessati da interventi per bonifica amianto
(circa 800 alloggi) e 240 alloggi attualmente sfitti e non assegnabili per le
cattive condizioni di manutenzione e che spesso sono oggetto di occupazioni
abusive, recuperati con fondi assegnati alla Regione. Infine per garantire il
processo di mobilita' sono state assicurate sempre da Regione Lombardia
risorse pari a 4,2 milioni di euro. L'intervento di riqualificazione
complessivamente potra' cosi' interessare circa 1.500 famiglie (di cui circa
700 con alloggi completamente nuovi). Gli interventi previsti riguardano
opere di riqualificazione urbanistico-edilizia, insieme ad azioni di
rigenerazione del tessuto sociale (un processo di progettazione partecipata e
di accompagnamento al processo di mobilita' dei residenti, sostegno
finanziario alle famiglie in difficolta' economica per attivare percorsi di
inserimento lavorativo, avvio di imprese sociali). Grazie ai fondi messi a
disposizione dal Comune di Milano (20 milioni di euro dal Bilancio comunale e
5 milioni dai fondi europei), saranno realizzati interventi sulla viabilita'
locale, sulle aree a verde pubblico attrezzato, sugli edifici esistenti
(biblioteca e mercato di via Odazio) nonche' di edificazione della nuova
biblioteca. "Con questo progetto - spiega il vicepresidente di Regione
Lombardia Fabrizio Sala - non avviamo un progetto di riqualificazione
edilizia, ma riqualifichiamo la vita degli inquilini, donando loro la
speranza di un domani migliore, attraverso stimoli sociali positivi. E' un
progetto innovativo ed e' questo il motivo che ha spinto Regione Lombardia a
concentrare fondi per quasi 80 milioni di Euro, anziche' suddividerli in
piccole operazioni". "Come Regione, abbiamo voluto intervenire concretamente
per la riqualificazione del quartiere Lorenteggio, stanziando importanti
fondi". Queste le parole di Massimo Garavaglia, assessore all'Economia,
Crescita e Semplificazione, che prosegue: "I fondi andranno a finanziare
interventi non di facciata, ma strutturali: quasi 80 milioni per ridare vita
ad un intero quartiere". "Il ruolo e le risorse del Comune di Milano -
afferma l'assessore alla Casa Daniela Benelli - saranno fondamentali per
intervenire sugli spazi comuni e per realizzare i servizi e le azioni di
inclusione sociale, sostegno allo sviluppo economico e alle categorie in
difficolta', di cui il quartiere potra' beneficiare. Quello del Lorenteggio
e' un intervento modello proprio perche' unisce agli interventi di
riqualificazione edilizia, azioni urbanistiche e sociali: il piu' importante
intervento di rigenerazione urbana realizzato a Milano nell'ultimo decennio".
"Milano, come tutte le grandi citta' europee, ha molto bisogno di
sperimentare progetti integrati di riqualificazione di interi quartieri
popolari. L'Accordo di Programma per il Lorenteggio - sottolinea l'assessore
all'Urbanistica di Palazzo Marino Alessandro Balducci - ci fornisce una
preziosa occasione per farlo, dando nuova qualita' urbana a un quartiere che,
pur tra difficolta' e sofferenze, e' ricco di idee, energie e voglia di fare
da parte degli abitanti". "Per Aler e' un motivo di grande soddisfazione
concludere un cosi' importante accordo per risanare e dare dignita'
residenziale a un quartiere grande e rilevante come il Lorenteggio. Quella di
oggi e' la dimostrazione che il gioco di squadra funziona", conclude il
presidente di Aler Milano Gian Valerio Lombardi.

Condividi post
Repost0
10 marzo 2016 4 10 /03 /marzo /2016 23:08

Anche il Vigorelli riprenderà splendore. continua impegno amministrazione a riqualificare gli impianti sportivi

VIGORELLI, TORNANO BICI IN PISTA: GARA CICLISMO 12 GIUGNO -2-
(OMNIMILANO) Milano, 10 MAR - (SEGUE). "Con questo intervento e con il
movimento che si e' creato attorno al Vigorelli per la cogestione futura,
davvero credo che - ha detto Bisconti - possa finalmente tornare al suo
antico splendore. Abbiamo trovato il tempio del ciclismo in uno stato di
abbandono pietoso, con comitati che da 10 anni cercavano di interloquire con
l'amministrazione. Abbiamo deciso di metterci le mani, con scelte coraggiose
e un iter che ha avuto momenti di tensione e cambiamenti" ha detto in
riferimento al precedente progetto fermato dalla Soprintendenza "ma oggi
siamo a una fase in cui si converge tutti sulla valorizzazione
dell'impianto". Per Bisconti il velodromo sara' "una seconda Arena" con 8mila
posti a sedere, con "la regia del Comune e il coinvolgimento delle
federazioni, anche del pugilato". Il progetto, approvato dalla giunta nel
dicembre 2014, prevede da parte di Citylife, che e' stazione appaltante,
interventi a scomputo oneri per 6,3 milioni, di cui 5,1 per le opere edili e
di adeguamento normativo e impiantistico (fra cui la sistemazione della
palestra Ravasio per 600mila euro) e 1,2 milioni per la ristrutturazione
della pista in legno. Altri 700mila euro saranno girati al Comune per
l'allestimento degli interni. La fine dei lavori sulla pista e' prevista per
il 30 maggio, in contemporanea con quelli sulla copertura, che ammontano a
1,1 milioni di euro. Un capitolo particolare riguarda il campo da football.
Il nuovo manto in erba sintetica sovrapposto al precedente e alle griglie di
aerazione della pista ha compromesso sia la tenuta stessa del campo sia la
corretta ventilazione della pista in legno. L'intervento sul tappeto erboso,
per 255mila euro e 3 mesi di lavori, consentira' la convivenza tra football
americano e ciclismo. Gli altri interventi riguardano la messa a norma degli
impianti, il rifacimento di quello elettrico e di riscaldamento e dei servizi
igienici e la riorganizzazione dei 3.s00 metri quadri sotto-tribuna, sia per
le attivita' sportive sia per eventi pubblici: si completeranno fra il
prossimo settembre e il maggio 2018. "Con il ciclismo - ha detto in
commissione Fabio Gentile, della Federazione football - riusciamo a
coesistere molto bene", piuttosto "chiedo se fino al maggio 2018 non si
giocherà piu' a football. A Milano abbiamo tre squadre, due in serie A, e ci
arrampichiamo sui vetri perche' in citta' non c'e' un impianto adeguato,
cioe' con almeno un migliaio di posti per gli spettatori: si gioca all'Arena
tra molti disagi o a Pero". Per la Federciclismo invece "si devono recuperare
30 anni di assenza dei ragazzi che vorrebbero provare a fare ciclismo a
Milano" ha detto il presidente provinciale Valter Cozzaglio: "Con il
Vigorelli abbiamo nel cuore l'obiettivo di riportare i giovanissimi a fare
questo sport, ma la ricostruzione di quella rete di società e tesserati che
ha dato grandi campioni non si fa da un giorno all'altro. Dopo 30 anni ci
vuole tempo e una serie di strutture. Abbiamo bisogno che l'impianto sia
sostenuto economicamente per consentire un futuro grandioso al Vigorelli",
che comunque non potra' ospitare campionati del mondo e olimpiadi. Tra le
ipotesi, per consentire l'uso del campo e della pista agli sportivi durante i
lavori di manutenzione, per la chiusura degli spogliatoi, anche quella di
realizzare cabine mobili all'esterno.

Condividi post
Repost0
4 marzo 2016 5 04 /03 /marzo /2016 19:53

EXPO. NELLA SCUOLA DI RUBATTINO ARRIVANO 120 PIANTE DEI PADIGLIONI DI RUSSIA E ANGOLA

Rozza: “L’esposizione continua ad arricchire Milano con le sue bellezze e a essere presente nel cuore dei cittadini”

Milano, 26 gennaio 2016 – Il dopo Expo arriva nelle scuole. Stamattina circa 120 piante provenienti dai padiglioni della Russia e dell’Angola sono state piantumate nel giardino della scuola del quartiere Rubattino. Protagonisti della mattinata, alla quale ha partecipato l’assessore ai Lavori pubblici e Arredo urbano Carmela Rozza, sono stati i bambini che hanno interrato una ventina piantine.

Con questa iniziativa, promossa dalla società Cogeser in collaborazione con il Comune, sono cinque le scuole coinvolte nel progetto di trasporto delle piante dal sito Expo: oltre a quella di via Rubattino, via Colletta, via Betti, via Palazzolo e via De Curtis. Complessivamente sono stati impiantate oltre 210 piante.

“Expo continua ad arricchire la città con le sue bellezze e ad essere presente nel cuore dei cittadini – dichiara l’assessore ai Lavori pubblici e Arredo urbano Carmela Rozza –. Dopo la sistemazione delle panchine nel Parco delle Culture, siamo andati ad arricchire i giardini delle scuole. Questa iniziativa riprende lo spirito e i valori di Expo: oggi i bambini hanno piantato nel giardino una pianta che potranno seguire nella crescita, è un’esperienza che li aiuta a scoprire il valore della natura e il rispetto per il verde. Ringrazio la Cogeser per l’opera svolta e l’architetto Olga Moskvina per l’impegno con cui ha seguito il progetto”.

Nella scuola in di via Caduti nelle Missioni di Pace, sono stati impiantati un centinaio di cornus, provenienti dal padiglione della Russia, e circa 20 piantine che arrivano dal padiglione dell’Angola. Le operazioni sono state completate nel corso della mattinata alla presenza degli insegnanti e dei bambini che frequentano il nido e la scuola dell’infanzia.

“Con le piantumazioni nei giardini delle scuole di Milano - commenta Giuseppe Chiarandà, amministratore unico di Cogeser Spa - si conclude nel migliore dei modi l’operazione realizzata dal Gruppo Cogeser, in collaborazione con i volontari di Recupero Verde, per salvare gli alberi di Expo, operazione che consente al cuore verde di Expo di continuare a battere a Milano e nei Comuni, nostri soci, a est della Città Metropolitana. Questi alberi nei giardini delle scuole, ricollocati grazie alla disponibilità del Comune di Milano e all’interessamento degli assessori Rozza e Bisconti, servono oggi a rendere tali giardini più verdi e godibili ma anche a conservare il ricordo dell’esposizione universale”.

“Questo progetto – aggiunge Olga Moskvina, consulente della Cogeser per il progetto di trasporto della piante Expo – è nato in maniera spontanea e volontaria dalle persone che hanno lavorato in Expo e che credono nei valori di sostenibilità e recupero. E’ stata un’esperienza esaltante sotto il profilo umano che vogliamo proseguire: stiamo lavorando ad un altro progetto per continuare a fare vivere le piante dell’esposizione universale”.

Sono diverse le tipologie di piante sistemate nelle cinque scuole. In via Colletta sono state piantate 10 dalie, 8 fotinie e 16 cornus; in via via Betti, 14 bambù e 8 fotinie; in via Palazzolo 8 fotinie e 2 cycas; in via De Curtis 10 dalie, 8 fotinie, 8 cornus e 2 bambù. Per quanto riguarda la provenienza, le fotinie arrivano dal padiglione della Francia, i bambù e le piantine basse dal padiglione dell’Angola. Le cycas, invece, provengono dal padiglione della Malesia e le dalie dal padiglione del Qatar.

Al link https://flic.kr/s/aHsksDpJTd le foto della piantumazione nella scuola di Rubattino.

Condividi post
Repost0
1 marzo 2016 2 01 /03 /marzo /2016 23:04

BARATTO AMMINISTRATIVO. PUBBLICATO L’AVVISO PER CANDIDARSI E SALDARE I DEBITI PRENDENDOSI CURA DI BENI COMUNALI

Aperto ai cittadini che si trovano in condizione di morosità incolpevole verso l’amministrazione. Pulizie, tinteggiature e opere di manutenzione per chi non è riuscito a pagare multe, tributi o canoni. Un altro bando è dedicato alla ricerca di tutor o sponsor

Milano, 1 marzo 2016 - Parte il “Baratto amministrativo”, la pratica collaborativa prevista dal decreto “Sblocca Italia” che coniuga il rispetto delle regole nel pagamento dei tributi con la tutela sociale.

Il Comune di Milano ha pubblicato l’avviso pubblico per la presentazione delle domande (link: https://goo.gl/4jfo1A), da parte di cittadini che si trovano in condizioni di morosità incolpevole, per accedere al baratto ed estinguere così i debiti con l’Amministrazione, prestando un’attività lavorativa temporanea come la manutenzione e l’abbellimento di beni comunali. Gli interessati hanno 60 giorni di tempo per presentare domanda.

Il baratto è possibile per estinguere debiti maturati fino al 2013 e per un valore minimo di 1.500 euro, riferiti a tributi comunali quali Ici, Imu, Tarsu, Tares e Tari, violazioni al Codice della strada o a entrate patrimoniali quali canoni e proventi per l'uso dei beni comunali, corrispettivi e tariffe per la fornitura di beni e la prestazione di servizi.

“Milano - ha spiegato la vicesindaco e assessore al Bilancio Francesca Balzani – è la prima grande città italiana che avvia questa modalità di collaborazione con i cittadini capace di coniugare solidarietà con equità. Il rispetto delle regole nel pagamento di sanzioni o tributi è fondamentale, dal momento che tali risorse sostengono la capacità del Comune di erogare i servizi ai cittadini. Ci sono però situazioni particolari in cui possono trovarsi i contribuenti e il baratto rappresenta un’opportunità importante per chi è in difficoltà economica”.

Per accedere al baratto, infatti, è necessario dimostrare che l’impossibilità di pagare è legata alla perdita o alla riduzione della capacità reddituale del nucleo familiare a causa di licenziamento, riduzione di reddito consistente (oltre il 30%) per cassa integrazione o riduzione di orario di lavoro, mancato rinnovo del contratto, cessazione di attività libero professionale, problemi di salute o variazioni nella composizione del nucleo familiare che provocano la riduzione del reddito.

I requisiti di base richiesti sono la residenza nel Comune di Milano o la titolarità di una ditta individuale con sede a Milano, la cittadinanza europea o, per i cittadini stranieri, il possesso di permesso di soggiorno valido, avere almeno 18 anni, non essere destinatario di sentenza passata in giudicato, decreto penale di condanna per alcuni reati o delitti - ad esempio contro la Pubblica amministrazione, il patrimonio o l’ordine pubblico – avere un Isee non superiore a 21mila euro ed essere in condizioni psico-fisiche adeguate per svolgere l’attività del baratto.

Per presentare domanda si può scaricare e compilare il modulo presente sul sito del Comune o ritirarlo negli uffici dell’anagrafe e nei Consigli di Zona. Per ciascuna ora di lavoro prestata viene riconosciuto il valore di 10 euro in analogia alla prestazione netta riconosciuta dal voucher Inps. E’ prevista la copertura assicurativa per la responsabilità civile verso terzi connessa all’attività e per gli infortuni.

Palazzo Marino ha identificato i primi progetti per il “Baratto amministrativo”. In particolare, la pulizia e lo sgombero di cantine, la tinteggiatura di locali e scale, la verniciatura della recinzione e un intervento straordinario di pulizia dei pavimenti in pietra nella sede della Zona 4, la tinteggiatura dei locali di ingresso della Zona 6, il rifacimento dei servizi igienici del Cam Jacopino in Zona 8, nonchè vari interventi di tinteggiatura in diversi Cam (Pecetta, Lampugnano, Lessona e Jacopino) della stessa Zona. Ulteriori progetti saranno identificati e inseriti nei prossimi avvisi pubblici.

L’Amministrazione ha anche pubblicato un avviso pubblico per individuare operatori, associazioni o imprese che potranno svolgere l’importante ruolo di tutor o di sponsor nella gestione dei progetti del “Baratto amministrativo”. In particolare, compito del tutor sarà quello di coadiuvare l’Amministrazione in tutto il percorso, dalla selezione delle candidature, all’affiancamento dei cittadini nello svolgimento del lavoro fino al controllo delle prestazioni svolte. La relazione finale del tutor sarà la base per il rilascio, a cura di Palazzo Marino, dell’attestazione del buon esito del baratto. Gli sponsor saranno invece partner preziosi dell’Amministrazione, alla quale potranno offrire un finanziamento oppure materiali e altre forniture funzionali allo svolgimento del baratto.

Condividi post
Repost0
26 febbraio 2016 5 26 /02 /febbraio /2016 14:23

alcune informazioni utili, avvicinandosi scadenze elettorali.

Per ulteriori informazioni sulla tessera elettorale

Condividi post
Repost0
18 febbraio 2016 4 18 /02 /febbraio /2016 09:28

il consiglio direttivo di MMC, riunitosi in data 17 febbraio 2016, ha così deliberato: Il Movimento Milano Civica, espressione della lista arancione Milano Civica X Pisapia Sindaco, rappresentato nelle istituzioni milanesi e lombarde dalla propria vice presidente Elisabetta Strada Capogruppo in Consiglio Comunale, dalla propriapresidente Lucia Castellano, capogruppo del Patto Civico in Consiglio Regionale e, nello stesso, anche dalla Consigliera Regionale Silvia Fossati, riconferma senza se e senza ma la sua partecipazione attiva nella coalizione di centro-sinistra milanese e, in coerenza con quanto fatto nel 2011 per Giuliano Pisapia, sosterrà in modo compatto e lealmente il candidato sindaco espresso dalle Primarie del centro-sinistra milanese, Beppe Sala.

MMC assicura a Beppe Sala il sostegno del civismo milanese presente nelle istituzioni, forte del consenso ottenuto dalle proprie iniziative e dalle proposte agli elettori; nel contempo conferma la propria disponibilità a concorrere per il successo di Sala con iniziative e proposte diversificate, finalizzate alla continuità in un progetto di innovazione e inclusione indispensabile alla città. Il tema della condivisione civica, priorità e caratteristica del civismo milanese, si è espresso in questi anni con iniziative a supporto e a fianco dell’amministrazione comunale quali, per es.:

- Bilancio in Arancio, precursore del Bilancio Partecipativo, per favorire comprensione e partecipazione,

- manifestazioni degli assessori e consiglieri in piazza per un confronto diretto con la cittadinanza,

- progetto accolto dall’Amministrazione comunale di riconfigurazione della funzione di Energy Manager per una politica strategica sul risparmio energetico ed economico per la riduzione di emissioni,

- proposta accolta dalla Società Expo di creare una ”AGENZIA X IL RIUSO” di arredi e verde di proprietà della soc. EXPO da destinare a enti pubblici e associazioni della grande Milano.

L’ottimismo e le speranze indotte dal successo di Milano con EXPO, la continuità con un’amministrazione credibile, l’esigenza di un ridisegno organizzativo della governance per dare funzionalità alla città metropolitana, la complessità di gestione dei flussi migratori in un contesto di difficoltà ed emarginazione crescenti, la sicurezza, l’esigenza di creare nuova occupazione e la necessità di modernizzare la “macchina” comunale evidenziano una complessità che deve essere affrontata col più ampio coinvolgimento delle qualità e delle eccellenze della società civile per il quale MMC caratterizzerà il proprio impegno.

Il civismo che abbiamo rappresentato e che continueremo a rappresentare, insieme con le altre espressioni civiche e sociali attive a Milano e nella Città Metropolitana, riconferma il proprio ruolo di fattore propositivo e arricchente nella dinamica politica del centro sinistra.

f.to

Presidente Lucia Castellano

Vice Presidente Elisabetta Strada

Consiglio direttivo

Paola Agnoletto

Marilena Arancio

Cinzia Corti

Stefano Dalla

Silvia Fossati

Giuseppe Merlo

Silvana Pasini

Dorina Perego

Deborah Zappaterra

Condividi post
Repost0
18 febbraio 2016 4 18 /02 /febbraio /2016 06:48

ASTA PUBBLICA. TREMILA OGGETTI SMARRITI IN VENDITA DOMANI E VENERDÌ A REDECESIO DI SEGRATE

Una macchina per il pane, un lettino e un seggiolino auto per bambini oltre a occhiali, borse, portafogli, gioielli

Milano, 17 febbraio 2016 – Una macchina per il pane, un lettino e un seggiolino auto per bambini, una vaporiera e un forno a microonde nuovo e due macchine per scrivere. E ancora: 12 piastre per capelli e 17 iPad e 70 iPhone. Sono alcuni degli oggetti che saranno battuti nel corso dell’asta pubblica organizzata dal Comune di Milano che si terrà giovedì e venerdì 19, dalle 9 alle ore 12.30, in via Milano 10 a Redecesio di Segrate.

Variegato l’assortimento : si tratta di circa tremila oggetti smarriti in città tra il 2014 e il 2015 custoditi nel deposito comunale di via Friuli senza essere mai stati reclamati dai legittimi proprietari.

Oltre alle curiosità – una macchina per cucire elettrica, due multiforno elettrici, 12 piastre per capelli, sette asciugacapelli, due trapani, una carrozzina per neonati – saranno venduti al miglior offerente anche i “grandi classici della sbadataggine”: 400 paia di occhiali, 200 portafogli, 22 biciclette, 75 ombrelli, zaini, borsette, ventiquattrore, trolley, caschi da moto.

Previsti anche numerosi beni di certo valore, come navigatori satellitari, macchine fotografiche, autoradio, computer, cellulari, lettori Mp3. Accanto alla tecnologia, i gioielli: orologi, anelli, orecchini, bracciali in oro e argento, una collana con bracciale in corallo e una collana di perle coltivate con fermaglio in argento. Il lotto più prezioso, con base d’asta fissata a 670 euro, comprende un anello in oro con smeraldo ottagonale con diamanti taglio brillante.

I lotti verranno esposti e presentati dal banditore nel corso della gara. L’aggiudicazione, come avviene in tutte la aste, avverrà quando non seguirà alcun rilancio a un’offerta. Sul sito www.comune.milano.it l’elenco completo degli oggetti in vendita con relativa base d’asta.

Condividi post
Repost0
7 febbraio 2016 7 07 /02 /febbraio /2016 13:33

EDUCAZIONE. INCONTRI PER I GENITORI CON MANTOVANI, CHARMET E SCAPARRO DALL’8 AL 16 FEBBRAIO

Cappelli: “Il mestiere del genitore è, forse, il più difficile in assoluto. Educare è atto di corresponsabilità tra le famiglie, la scuola e tutta la comunità, di cui i bambini devono essere protagonisti attivi e consapevoli”

Milano, 5 febbraio 2016 – Come si educa un bambino di un anno? Come si affrontano i disagi dell’adolescenza? Per rispondere alle domande dei genitori milanesi, l’assessorato all’Educazione, nell’ambito del programma “Dire, Fare, Educare – un percorso per Milano città educativa”, organizza dall’8 al 16 febbraio“La settimana della genitorialità”, durante la quale le mamme e i papà potranno approfondire con tre autorevoli esperti le problematiche educative specifiche di ciascuna età evolutiva.

“Il mestiere del genitore è, forse, il più difficile in assoluto – ha dichiarato l’assessore all’Educazione Francesco Cappelli - . Crescere un figlio è una sfida continua, in cui l'adulto deve costantemente adattarsi ai cambiamenti legati alle varie età del suo bambino. Le famiglie esprimono un crescente bisogno di informarsi e di trovare interlocutori che sappiano ascoltare e consigliare su come superare eventuali momenti di difficoltà. Educare i bambini e i ragazzi è un atto di corresponsabilità tra le famiglie e la scuola, innanzitutto, e poi con tutta la comunità composta da parenti, amici, vicini di casa e altri papà e mamme. Il lavoro educativo guidato dagli adulti - ricordiamocelo - funziona solo se i bambini sono protagonisti consapevoli e attivi del loro processo di crescita. In questo impegnativo percorso i genitori non devono mai sentirsi soli. Un rischio sempre maggiore, vista la crescita delle famiglie monogenitoriali. Per questo motivo abbiamo organizzato tre incontri rivolti ai genitori e dedicati alle tre diverse fasce d’età - prima infanzia, infanzia e adolescenza - con i migliori esperti milanesi: Susanna Mantovani, Fulvio Scaparro e Gustavo Pietropolli Charmet, che risponderanno alle domande dei genitori suggerendo spunti, chiavi di lettura e strumenti di comprensione per rendere più facile ed efficace il lavoro educativo”.

Il programma degli incontri

Sabato 6 febbraio – ore 10

Università Cattolica del Sacro Cuore, Aula Pio XI, Largo Gemelli 1

Insieme si può! Disturbi Evolutivi Specifici: i DSA e l’ADHD Incontro con gli insegnanti

In collaborazione con le associazioni Aid, Aifa Onlus, Ledha Milano

Alle ore 10.30, con Emiddio Fornaro (UONPIA Niguarda), si discuterà di caratteristiche ed Evoluzione dei Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA) e del Disturbo da Deficit di Attenzione e Iperattività (ADHD). Alle ore 11.30, con Laura Stampini (Ufficio Scolastico Regionale), si discuterà delle normative sull’inclusione scolastica degli alunni con DSA e ADHD. Alle 12, con Luigi D’Alonzo (Università Cattolica) si discuterà della didattica inclusiva. Alle 12.30 con la pedagogista Lucia Cento si discuterà di ADHD, la gestione dell’alunno e della classe. Dalle 14.30 alle 17 si svolgeranno tre sessioni di approfondimento parallele, dedicate ai Disturbi Specifici dell’Apprendimento: Didattica e strategie per la lingua italiana, per la matematica, per l’inglese. Infine, con la dirigente scolastica Laura Barbirato si discuterà di individuazione precoce dei disturbi dell’apprendimento già nelle Scuole dell’infanzia. All’incontro intervengono gli assessori all’Educazione e istruzione Francesco Cappelli e alle Politiche sociali Pierfrancesco Majorino.

8 - 16 febbraio - Settimana della genitorialità. Conferenze nelle scuole
Incontri con esperti per fornire alle famiglie informazioni e approfondimenti su alcuni aspetti dell’educazione nelle diverse fasce di età

Lunedì 8 febbraio - ore 18 - Focus Prima Infanzia

Scuola dell’infanzia comunale, piazza SS. Trinità

Il valore educativo dei primi anni di vita nella relazione genitori-figli

Con Susanna Mantovani, docente in Pedagogia generale e sociale all’Università Bicocca

Martedì 9 febbraio - ore 17 - Focus Adolescenza

Liceo Statale Virgilio, piazza Ascoli 2

Gli adolescenti e lo sviluppo del sé futuro

Con Gustavo Pietropolli-Charmet, psicanalista e psicoterapeuta dell'Adolescenza

Martedì 16 febbraio - ore 17 - Focus Infanzia

Istituto Comprensivo Statale “Milano Spiga”, via Santo Spirito 21

A cosa servono i No? Insegnare il rispetto delle regole

Con Fulvio Scaparro, psicologo e psicoterapeuta

Per informazioni sito di Dire, Fare, Educare http://www.comune.milano.it/wps/portal/ist/st/Dire_fare_educare

Pagina Facebook Assessorato all’Educazione e istruzione

https://www.facebook.com/comunemilano.educazione/?ref=hl

Indirizzo mail direfareeducare@comune.milano.it

Condividi post
Repost0
7 febbraio 2016 7 07 /02 /febbraio /2016 13:27

SPORT. MERCOLEDÌ INAUGURAZIONE DELLA NUOVA PISCINA ISEO. INGRESSO GRATUITO PER TUTTI

Bisconti: “Grazie all'impegno di Milanosport restituiamo uno spazio fondamentale per la zona, completamente rinnovato e più accogliente"

Milano, 7 febbraio 2016 – Dopo tredici mesi di lavori, mercoledì 10 febbraio verrà riaperta e restituita alla città la piscina del centro sportivo Iseo in zona Affori.

Per l’occasione, l’ingresso sarà libero e gratuito per tutta la giornata.

“Restituiamo uno spazio di fondamentale importanza per la zona – dichiara l’assessora allo Sport Chiara Bisconti – completamente rinnovato e più accogliente. Completiamo così la ricostruzione di un luogo strappato alla criminalità organizzata dopo aver rimesso a nuovo il palazzetto, oggi un impianto bellissimo e già molto utilizzato da tante associazioni, dal quartiere. Abbiamo anche realizzato un giardino esterno che potrà essere utilizzato durante la bella stagione per tante attività diverse. Mercoledì apriremo gratuitamente la piscina a tutti, il modo migliore per festeggiarne il ritorno. Il mio grazie va a Milanosport per l’impegno profuso e l’attenzione nella cura dei lavori”.

I lavori, iniziati nel 2015 e seguiti da Milanosport, hanno portato a un completo rifacimento della vasca, nuovi spogliatoi dedicati al fitness, il rinnovo completo della palestra adiacente e della tribuna.

Sono state eliminate tutte le barriere architettoniche e anche la piscina Iseo, come tutte le altre gestite da Milanosport, sarà dotata di un braccio meccanico per l’accesso direttamente in vasca delle persone con disabilità.

La nuova piscina Iseo sarà anche più rispettosa dell’ambiente grazie agli interventi per un significativo risparmio energetico grazie ad un nuovo impianto di riscaldamento e climatizzazione e alla sostituzione integrale di finestre e serramenti.

Completamente rinnovata infine anche l’infermeria e l’area di pronto intervento.

Condividi post
Repost0
30 gennaio 2016 6 30 /01 /gennaio /2016 17:41

D’Alfonso: ”Dalla storica Fiera di Sinigallia abbiamo creato un nuovo mercato attrattivo sulla scia dei mercatini delle pulci di altre capitali europee”

Milano, 30 gennaio 2016 - Due nuovi mercati settimanali scoperti a disposizione dei cittadini. E’ stata approvata dalla Giunta la delibera, che passa ora all’esame del Consiglio comunale, per l’istituzione definitiva dei mercati di “Mario Pagano” e “Ripa di Porta Ticinese”. I due mercati sono nati dalla volontà dell’Amministrazione di trovare ubicazioni appropriate e commercialmente appetibili agli operatori attivi nel tradizionale mercato di Sinigallia, che insisteva da anni in condizioni precarie presso l’ex scalo ferroviario di Porta Genova.

“Questa operazione – spiega l’assessore al Commercio e Attività produttive Franco D’Alfonso – consente di riqualificare un mercato storico, quello della fiera di Sinigallia, creando un nuovo mercato, quello di Ripa di Porta Ticinese, attrattivo e capace di richiamare visitatori, cittadini e non, sulla scia dei mercatini delle pulci di altre capitali europee. Il mercato di Pagano, pur rappresentando una scommessa vinta, necessita di alcuni piccoli miglioramenti sul mix merceologico offerto e questo porterà ad una leggera rivisitazione degli operatori in organico già dai prossimi mesi”.

L’istituzione definitiva dei due mercati avviene al termine di una lunga fase di sperimentazione, durata un anno e conclusasi lo scorso mese di dicembre, che ha avuto lo scopo di monitorare eventuali problematiche di natura logistica, commerciale e viabilistica, garantendo così un inserimento adeguato nel tessuto urbano e sociale dei quartieri in cui trovano sede.

Il mercato di “Ripa di Porta Ticinese” si svolge nella giornata di sabato lungo il tratto di Ripa di Porta Ticinese, compreso tra via Barsanti e via Paoli, e si caratterizza per una vocazione prettamente non alimentare (rigattieri, abbigliamento usato etc.) con 106 posteggi senza automezzi alle spalle.

Il mercato di “Mario Pagano” ha luogo la domenica sull’area del parcheggio della MM1 nel tratto compreso tra via Mario Pagano e via del Burchiello e ha una doppia vocazione, alimentare e non alimentare, con la presenza di 82 posteggi con automezzi alle spalle, cui si possono aggiungere ulteriori 20 posteggi a disposizione della Zona 7 per ospitare diverse attività temporanee di vendita su area pubblica.

Con la nascita di questi due nuovi mercati, Milano arriva a contare 94 mercati settimanali scoperti, luoghi fondamentali per la vita sociale e commerciale delle nove Zone della città, distribuiti non solo su tutto il territorio milanese ma anche su tutti i giorni della settimana, domenica compresa con i mercati di Mario Pagano e Ponte Lambro.

Condividi post
Repost0

Presentazione

  • : elisabettastradaconsigliocomunale
  • Contatti

Profilo

  • elisabettastrada
  • Da giugno 2011 sono Consigliere Comunale della Milano Civica x Pisapia Sindaco
  • Da giugno 2011 sono Consigliere Comunale della Milano Civica x Pisapia Sindaco

Cerca

Link