Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
11 maggio 2015 1 11 /05 /maggio /2015 19:02
IL CIVISMO E IL FUTURO DI MILANO

Vi inoltro un invito ad un interessante convegno organizzato da Milano Civica. Fate pure circolare la comunicazione.

Condividi post
Repost0
5 maggio 2015 2 05 /05 /maggio /2015 14:53

BIKEMI. SABATO ARRIVANO LE BICI ELETTRICHE, MILANO FESTEGGIA CON UNA BICICLETTATA

Milano, 5 maggio 2015 – Una grande biciclettata collettiva, dalla stazione Centrale a piazza Duomo. E’ quella che si terrà sabato 9 maggio, alle 10.30, per celebrare l’arrivo delle nuove biciclette elettriche a Milano. A partire dal weekend, infatti, per le strade della città, oltre alle 3600 bici gialle, milanesi e turisti potranno trovare le 1.000 bici rosse a pedalata assistita, per il primo servizio integrato di bike sharing al mondo.

Stanno anche aprendo numerose nuove stazioni di Bikemi che ospiteranno sia le bici tradizionali, sia quelle elettriche, per un totale di 38 nuovi stalli in una settimana. Dopo l'apertura delle 7 stazioni all’ingresso di Cascina Merlata di Expo, tra oggi e domani saranno attivate quelle di Loreto, Domodossola, Caneva-Tolentino, Govone-Borghese, MacMahon–Artieri e MacMahon–Caracciolo. Entro domenica 10, inoltre, apriranno le stazioni di Castelli–Ailanti, Villapizzone FFSS-Lambruschini, Chiesa-E. Filiberto, Carlo Magno-Alcuino, VI Febbraio, Amendola M1, De Angeli-R. Sanzio, Romolo M2, Toscana-Leoni, Spadolini-Centro Leoni, Maciachini-Marche, Nigra-Castellini, Piazzi-Bernina, Valtellina-Aprica, Bausan-Brofferio, Livigno-Monte San Genesio, Dergano, Vigliani-Scarampo, Zavattari-Tempesta, Teodorico-Gattamelata, Stuparich-Albani, Stelvio-Farini, Bovisa-Alfieri, Lancetti Passante-Maloja, Imbonati-Dergano M3.

Alla biciclettata di sabato,con ritrovo alle 10.30 da Piazza Duca d’Aosta, parteciperanno cittadini e membri del Cyclopride, che percorreranno alcune vie del centro per arrivare intorno alle ore 12 in piazza Duomo, dove sono previsti i saluti istituzionali. I primi 100 milanesi che avranno risposto all'evento di Facebook realizzato ad hoc dal Comune di Milano, potranno provare le nuove bici elettriche di Bikemi, gli altri potranno partecipare con la propria. Sarà presente anche l’assessore alla Mobilità e Ambiente Pierfrancesco Maran.

Per i giornalisti che volessero partecipare alla biciclettata in sella alle nuove bici elettriche di Bikemi è necessaria la conferma tramite mail: eventi@clearchannel.it

Condividi post
Repost0
2 maggio 2015 6 02 /05 /maggio /2015 20:49

CULTURA. MINISTRO FRANCESCHINI E SINDACO PISAPIA INAUGURANO IL NUOVO MUSEO PIETÀ RONDANINI_MICHELANGELO AL CASTELLO SFORZESCO

Milano, 2 maggio 2015 – E’ stato inaugurato questa mattina al Castello Sforzesco di Milano il nuovo Museo Pietà Rondanini_Michelangelo alla presenza del Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Dario Franceschini, del Sindaco di Milano Giuliano Pisapia e dell’Assessore alla Cultura Filippo Del Corno.

“Questo Museo è un altro importante passo grazie al quale Milano sarà una grande capitale della cultura internazionale non soltanto durante Expo, ma anche dopo, per i prossimi dieci anni – ha dichiarato il Ministro Dario Franceschini –. La Pietà Rondanini ha finalmente trovato una casa tutta sua per merito della collaborazione virtuosa tra le diverse istituzioni pubbliche a tutti i livelli, tra musei civici e musei statali. Tutti insieme hanno contribuito alla realizzazione di questo straordinario spazio che dà al mondo l’opportunità di riscoprire quest’opera così affascinante e al tempo stesso moderna anche per la sua incompiutezza”.

“L’inaugurazione del Museo della Pietà Rondanini in tempo per l’apertura di Expo 2015 è una promessa che è stata mantenuta – ha dichiarato l’Assessore alla Cultura Filippo Del Corno –. Il nuovo spazio, che propone ai milanesi e ai milioni di visitatori di Expo una lettura inedita del capolavoro di Michelangelo, rappresenta il risultato dell’impegno di tante professionalità e competenze interne al Comune e non solo. L’appuntamento di oggi è anche un momento simbolico molto importante per Milano – prosegue l’Assessore – perché rappresenta l’avvio di ExpoinCittà, il palinsesto di oltre 23.000 iniziative promosse dal Comune e dalla Camera di Commercio di Milano per animare la vita culturale della città durante il semestre dell’Esposizione universale. Un momento di felicità condivisa con tutta la città che proseguirà fino al 10 maggio con l’ingresso libero al Museo“.

La giornata di festa proseguirà alle 20.30 nel Cortile della Rocchetta con una serata speciale dedicata al viaggio compiuto dalla Pietà Rondanini fino alla sua attuale e definitiva collocazione, con il concerto finale de I Pomeriggi Musicali che eseguiranno lo “Stabat Mater” di Pergolesi. Alle 23 inaugurazione dell’ExpoinCittà Lounge / Diurno Elita Spazio Ex Cobianchi - Piazza Duomo 19/a, con Dj set Elita SoundSystem e ospiti speciali.

MUSEO PIETA’ RONDANINI_MICHELANGELO
Milano, Castello Sforzesco, Cortile delle Armi

Informazioni per il pubblico
· 2 – 10 maggio 2015
Sabato 2 maggio apertura inaugurale alla città dalle ore 14 e fino alle ore 23
Ingresso gratuito al Museo Pietà Rondanini tutti i giorni (lunedì 4 maggio compreso) fino a domenica 10 maggio
Orari dalle ore 9.00 alle ore 19.30 (ultimo ingresso ore 19.00)
Giovedì 6 apertura prolungata dalle ore 9.00 fino alle ore 22.30 (ultimo ingresso ore 22)

· Dal 12 maggio 2015
L’ingresso al Museo della Pietà Rondanini è compreso nel biglietto unico per i Musei del Castello Sforzesco al costo di 5 euro (ridotto 3 euro) acquistabile presso la biglietteria dei Musei del Castello Sforzesco
Orari dalle ore 9.00 alle ore 19.30 (ultimo ingresso ore 19.00)
Giovedì apertura prolungata dalle ore 9.00 fino alle ore 22.30 (ultimo ingresso ore 22)
Chiuso il lunedì

MATERIALE STAMPA
Il materiale stampa completo sul Museo della Pietà Rondanini, corredato da ulteriori schede di approfondimento e immagini, è scaricabile al seguente link: http://goo.gl/C4YXK5

IMMAGINI
Qui di seguito il link con le foto https://flic.kr/s/aHskaKnHpN

Condividi post
Repost0
2 maggio 2015 6 02 /05 /maggio /2015 15:21

TUTTI I MILANESI DOMANI INVITATI A ‘NESSUNO TOCCHI MILANO’
Partita la ricognizione dei danni con i cittadini e commercianti per quantificare contributo di solidarietà

Milano, 2 maggio 2015 - Fin dal sopralluogo di ieri sera Sindaco e assessori hanno deciso di dare un contributo ai cittadini danneggiati dall’inaccettabile violenza dei delinquenti del corteo No Expo di ieri pomeriggio. Contemporaneamente è partita la pulizia delle strade e la messa in sicurezza di case e negozi che hanno subito danni, grazie al lavoro di Amsa, dei Vigili del Fuoco e all’azione del Nucleo Intervento Rapido del Comune; si procede, inoltre, alla rimozione delle auto incendiate e dei materiali divelti che vengono sostituiti. Da stamane, poi, è in corso la cancellazione delle scritte sui muri.

Fin da ieri sera l’Amministrazione ha contattato cittadini e commercianti e sta raccogliendo tutti gli elementi che consentano di quantificare i danni; entro la prossima settimana verrà definito il contributo di solidarietà da erogare.

“Con gli assessori, invito tutti i milanesi all’iniziativa ‘Nessuno tocchi Milano’ domani alle 16 che avrà il punto di ritrovo a Cadorna. Insieme possiamo dare un forte segnale di civiltà e dimostrare il vero volto della nostra città che non si lascia intimorire”.

Lo ha affermato il Sindaco di Milano Giuliano Pisapia.

“Ferma la nostra condanna per una violenza inaudita che ha devastato alcune vie della città. Apprezziamo il lavoro di Polizia locale e Forze dell’Ordine che hanno individuato i primi responsabili, confidiamo che questo lavoro continui e vengano tutti identificati al più presto. Esigeremo da loro i danni materiali e morali subiti dai milanesi”, ha concluso il Sindaco.

Condividi post
Repost0
1 maggio 2015 5 01 /05 /maggio /2015 05:13

In una piazza del Duomo magica. In un contesto di,luci naturali e elettriche. Tra le note delle arie più emozionanti della lirica, quali "Nessun Dorma" , "di quella pira, l'orrendo foco...", , cullati dalle voci di Bocelli e le note di Lang Lang, che danzava divertendosi come un matto tra le tastiere del pianoforte di Puccini, ieri si è aperto finalmente Expo.

Vi inoltro il messaggio del Sondaco inviato ieri.

Domani, venerdì 1° maggio, inizia Expo2015 , l'Esposizione che porterà il mondo a Milano. Più di 140 Paesi e organizzazioni internazionali parteciperanno a quella che sarà un'occasione di confronto e approfondimento sui temi legati all'alimentazione e alle risorse del pianeta, in un'area espositiva di oltre 1 milione di metri quadri.

Per i prossimi sei mesi Milano sarà animata da migliaia di eventi speciali, raccolti nel palinsesto di Expo in Città, che renderanno la nostra città ancora più vivace, stimolante e attrattiva.

Per citare soltanto qualche esempio: a partire da oggi, giovedì 30 aprile, è possibile visitare la mostra "Il Principe dei sogni. Giuseppe negli arazzi medicei di Pontormo e Bronzino". I venti arazzi cinquecenteschi commissionati da Cosimo I de' Medici che furono divisi nel 1882 tra Firenze e il Palazzo del Quirinale, sono ora riuniti per la prima volta a Palazzo Reale, fino al 23 agosto.

Sabato 2 maggio, invece, inaugureremo il nuovo museo della Pietà Rondanini che verrà ospitato nelle sale dell'ex Ospedale Spagnolo all'interno del Castello Sforzesco, con ingresso gratuito fino a domenica 10 maggio.

Lunedì 4 maggio, alle ore 20.45 allo stadio di San Siro, si gioca il "match for Expo", la partita di calcio a scopo benefico per raccogliere fondi a favore della Fondazione Pupi e del suo impegno per i bambini di tutto il mondo. Tutto il ricavato della vendita dei biglietti, infatti, andrà a sostenere progetti per l’infanzia da sviluppare sul territorio milanese.

Infine, per chi non fosse ancora riuscito a visitarla, vi invito a passeggiare lungo la 'nuova' Darsena, finalmente riqualificata e restituita alla città.

Oltre al ricco palinsesto di iniziative che ci apprestiamo a ospitare, la nostra città diventa il centro di una riflessione importante come quella sul diritto al cibo e all'acqua e questi sei mesi saranno l'occasione per dimostrare al mondo la generosità, la serietà e l'ingegno che contraddistinguono Milano.

Buon Expo a tutti!

Il Sindaco di Milano,
Giuliano Pisapia

Condividi post
Repost0
29 aprile 2015 3 29 /04 /aprile /2015 16:19

CULTURA. DAL 22 AL 24 MAGGIO TORNA ‘PIANO CITY MILANO’: LA CITTÀ SARÀ UNA GRANDE SALA DA CONCERTO APERTA A TUTTI

Del Corno: “Un’edizione speciale: tanti concerti diffusi anche nei ‘nuovi’ luoghi della città: Darsena, City Life, Porta Nuova e il sito di Expo”

Milano, 29 aprile 2015 – Dal 22 al 24 maggio torna ‘Piano City Milano’, alla sua quarta edizione nell’anno di Expo, è un importante appuntamento musicale che trasforma la città di Milano in una grande sala da concerto a cielo aperto. Uno degli appuntamenti più importanti nell’ambito del palinsesto culturale di ‘Expoincittà’. Milano sarà invasa dalle note dei pianoforti, suonati sia dai grandi nomi della musica sia da giovani talenti o da semplici appassionati, con 350 eventi diffusi in tutte le zone della città e nell’hinterland.

“L’edizione di quest’anno di ‘Piano City Milano’ sarà ovviamente speciale per tanti motivi. Grazie ad Expo – ha spiegato l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno - in città sono nati nuovi spazi. Quattro di questi, particolarmente importanti, diventeranno per la prima volta palcoscenico di questa manifestazione straordinaria, amatissima dai milanesi. Il primo luogo sarà la nuova e bellissima Darsena, appena inaugurata. L’acqua, la passeggiata, lo spazio all’aperto, accoglieranno pianoforti e musicisti per una esibizione eccezionale. Il secondo luogo sarà la suggestiva installazione del campo di grano dell’artista Agnes Denes nel nuovo parco, tra i grattacieli di Porta Nuova. Anche il terzo luogo è un nuovo parco: è la nuova area verde progettata dall’architetto inglese Gustafson Porter a CityLife. Infine, non poteva mancare il sito di Expo, qui si svolgeranno due concerti presso il padiglione ‘The Waterstone’. Da qualche anno – ha continuato Del Corno - grazie a ‘Piano Milano City, a ‘Book City’, alla ‘Festa della Musica’ e a molti altri eventi Milano è diventata una città in cui la cultura è davvero per tutti, all’aperto, gratuita e diffusa, in tutti i luoghi urbani. La più grande soddisfazione per l’Amministrazione, per gli artisti che si esibiscono, per i partner e gli sponsor che contribuiscono alla realizzazione di questi eventi, è la grande soddisfazione dei cittadini, che partecipano con entusiasmo a questi eventi”.

L’edizione 2015 si caratterizza per un’adesione ancora più forte da parte della città, grazie a una rete diffusa e capillare che ‘Piano City Milano’ ha saputo costruire e rafforzare nel tempo. Quest’anno i ‘Guest Concerts’, cioè i concerti proposti in autonomia da realtà sul territorio – in showroom, spazi pubblici e privati, sedi di associazioni, scuole, librerie, ostelli, etc… - sono raddoppiati arrivando a più di 80 appuntamenti, con una qualità artistica di alto livello. Un segnale forte di come il modello proposto da Piano City Milano sia stato adottato dai cittadini e da chi vive Milano.

Cuore del programma restano gli ‘House Concerts’ e i ‘Concerti in cortile’, circa un centinaio in tutto, da sempre la cifra stilistica di questa tre giorni per la speciale atmosfera capace di crearsi quando uno spazio privato e intimo, come un’abitazione, si trasforma in un luogo di incontro e di esibizione musicale. Questo è reso possibile grazie alla preziosa collaborazione di moltissimi milanesi che, anche quest’anno, si sono resi disponibili a partecipare attivamente alla manifestazione.

I ‘City Concerts’ porteranno la musica in luoghi nuovi e non convenzionali, aprendo spazi insoliti: Palazzo Archinto, Superstudio Più, il nuovo polo CityLife, Fondazione Riccardo Catella e molti altri, che saranno legati dalle note della musica per raccontare la città di Milano da un altro punto di vista. Andrea Rebaudengo, Emanuele Arciuli, Arturo Stàlteri, Francesco Grillo, Michel Bisceglia, Eric Legnini, Elisso Bolkvadze, Guido Coppin, Roberto Cominati, Vittorio Cosma, Gaetano Liguori sono alcuni dei nomi che si potranno scoprire nel programma della tre giorni.

‘Piano City Milano 2015’ sarà inaugurato il 22 maggio alle ore 20.45 al parco Sempione con la composizione inedita 'Music for seven key instruments and percussions' del pianista tedesco Hauschka. Nel 2014 era stato Ludovico Einaudi a scrivere, pensare e immaginare “Le Piano Africain”: un lavoro inedito e un concerto – installazione nel cuore del parco, davanti a oltre 25.000 persone. Nel 2015 Ludovico Einaudi passa il testimone al compositore tedesco che, con un progetto per pianoforti e percussioni, traccerà una linea immaginaria tra le città di Milano e Parigi, itinerario simbolico all’Esposizione Universale del 1906, nella suggestiva location del parco Sempione davanti all’Arena Civica.

Il Piano Center è confermato alla GAM Galleria d’Arte Moderna – Villa Reale con l’apertura eccezionale del parco e concerti in programma sabato e domenica. Sul palco principale, nelle due serate si alterneranno grandi nomi della scena internazionale. L’argentino Christian Zarate aprirà la serata di sabato con musiche da tango; Cesare Picco suonerà tre tastiere per una nuova incredibile performance; Thilo Schoelpen, artista tedesco, presenterà le musiche dei Kraftwerk riviste per pianoforte; Bugge Wesseltoft, pianista jazzista norvegese, chiuderà la serata con ritmi elettronici. La domenica sera, ampio spazio al jazz con Dan Tepfer, pianista franco-americano, e lo svedese Martin Tingvall; il gran finale sarà affidato a due nomi italiani: Franco D’Andrea in un “Piano Solo” alle 21.30 e a seguire Paolo Jannacci, con un concerto - omaggio al padre.

Nella sede della quattrocentesca Villa Scheibler situata a Quarto Oggiaro, in collaborazione con Mondo Musica, sabato e domenica sono previsti concerti per tutta la famiglia, con una programmazione di laboratori musicali riservata anche ai più piccoli. Domenica mattina in calendario il progetto speciale ‘Non sparlate sul pianista’, un concerto recitato dedicato alle dieci domande più frequenti rivolte ad un pianista nell’arco della sua vita.

In collaborazione con la Civica Scuola di Musica Claudio Abbado, sabato 23 maggio Villa Simonetta ospita concerti dal mattino fino a sera; domenica 24 maggio dalle ore 11 alle ore 18.30, gli allievi della scuola saranno i protagonisti di una maratona musicale al Museo Archeologico di corso Magenta 15.

La Rotonda di via Besana ospita un ricco palinsesto di appuntamenti organizzati in collaborazione con MUBA – Museo dei Bambini e Ricordi Music School, offrendo anche una programmazione serale adatta a tutti. Sabato e domenica l’appuntamento è con ‘Piano City Contest’ con l’esibizione dei pianisti vincitori del contest promosso in collaborazione con Car2Go.

Sabato sera invece performance jazz dell’eclettico Michele Ranauro, mentre domenica si chiude con il progetto “Piano Mirroring” di Alessandro Sironi e “Venti dall’Est” dell’italo-bulgara Victoria Terekiev.

Edison aprirà le porte della sua sede storica (Foro Buonaparte, 31) domenica 24 maggio con un doppio concerto. Alle ore 15 il duo Fabrizio Grecchi e Francesco Vernillo si esibirà in ‘Abbey Piano. The Beatles Tribute’, un concerto omaggio alla celeberrima band di Liverpool; alle ore 18 il pianista napoletano Alberto Pizzo suonerà pezzi tratti dal suo album ‘On the way’ dalle inconfondibili sonorità jazz. Un’occasione questa anche per scoprire la Sala Azionisti di Edison, sotto una volta in vetro in stile liberty che è una rarità per dimensioni e qualità delle finiture.

In collaborazione con Intesa Sanpaolo, si apriranno nuovamente alla musica luoghi non convenzionali. La centenaria filiale di via Verdi 8 ospiterà anche quest’anno un concerto con il pianista Marcelo Cesena in un viaggio musicale attraverso le colonne sonore ‘Da Hollywood a Cinecittà’, sabato 23 alle ore 11. Novità di questa edizione è il concerto nel cortile del Palazzo Intesa Sanpaolo, in via Monte di Pietà 8, con il duo Feola in un progetto sulla Grande Guerra domenica 24 maggio, alle ore 10.30.

Si aggiungono inoltre nella programmazione di ‘Piano City Milano’ due concerti straordinari ospitati nel sito espositivo di Expo presso il padiglione ‘The Waterstone’. Sabato 23, alle ore 19.30, è in programma il concerto del romano Antonio Faraò, considerato dalla critica uno dei più interessanti pianisti jazz dell’ultima generazione. Domenica 24 maggio, alle ore 20.30, sarà riproposto lo spettacolare concerto ‘Piano Twelve: dodici pianoforti in concerto’ evento inaugurale dell’edizione 2012 di Piano City Milano.

Tra gli eventi speciali di questa edizione segnaliamo anche:

Eunic Milano per ‘Piano City Milano’: gli Istituti di Cultura Nazionali dell’Unione Europea collaborano all’edizione 2015 di ‘Piano City’ promuovendo una maratona musicale all’Edison Open Garden Triennale con artisti provenienti da alcune nazioni europee. Sabato 23, dalle ore 16 alle ore 21, si alterneranno pianisti provenienti da Germania, Repubblica Ceca, Italia, Romania, Spagna e Francia, con repertori musicali legati ai paesi di provenienza.

Wheatfield: tre concerti straordinari saranno ospitati sabato 23 maggio nella magnifica cornice del campo di grano dell’artista Agnes Denes, promosso da Fondazione Riccardo Catella insieme a Fondazione Nicola Trussardi e Confagricoltura e da poco inaugurato tra i grattacieli di Porta Nuova.

Alle 17.30 Antonio Palareti con un repertorio classico e jazz, alle 18.30 il recital ‘Tutto scorre’ con il pianista Angelo Colletti accompagnato dalla voce recitante di Marco Massari, per chiudere alle 19.30 con la pianista olandese Iris Hond impegnata in un repertorio classico.

Parco CityLife: nella nuova area verde progettata dall’architetto inglese Gustafson Porter, domenica pomeriggio sono previsti tre concerti di musica classica con Luca Buratto, Anna Maria Morici e Bruno Francesco Leone. L’ingresso è da viale Cassiodoro.

Inoltre: maratona musicale alla Loggia dei Mercanti, con gli studenti del Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano domenica pomeriggio dalle ore 16; due concerti sabato pomeriggio sul terrazzo di Superstudio Più in via Tortona; un concerto per i detenuti alla Casa Circondariale di San Vittore; tre concerti ai Giardini Indro Montanelli in collaborazione con il Wired Next Festival; due concerti alla Sala Alessi di Palazzo Marino; concerti alla Galleria Bolzani, alla Palazzina Liberty di Largo Marinari d’Italia, agli imbarchi dell’Aeroporto di Milano Malpensa e molto altro ancora in tutta la città.

Tra le novità più apprezzate lo scorso anno con il tutto esaurito, ritorna il ‘Piano Boat’, in collaborazione con ‘Navigli Lombardi’. Domenica sono previste sette corse di 55 minuti ciascuna con partenza presso Alzaia Naviglio Grande 4 (zona Porta Ticinese) per scoprire i navigli navigabili accompagnati dalla musica.

Musica in movimento anche con la ‘Piano Bici Edison’ a cui si aggiunge quest’anno il Piano Tandem, in circolazione sabato e domenica nella zona di piazza Castello – largo Cairoli – Foro Buonaparte e via Dante.

La ‘Piano Bici Edison’ approda alla stazione di Milano Porta Garibaldi, hub strategico e fondamentale polo di interscambio ubicato in uno dei quartieri più vivaci della città, grazie alla collaborazione con Centostazioni – Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane e Archimede 1 – Gruppo Save; sono previsti due concerti sabato 23 maggio, alle ore 11, con Gerardo Mancazzo e, alle ore 12, con Alessandro Pollio. Non potrà mancare il Piano Tram di Edison, la società che nel 1893 dotò la città di Milano del primo sistema di trasporto pubblico elettrico, e Radio Popolare: nella giornata di domenica 24 maggio due vetture storiche, dotate di pianoforte, offriranno musica dal vivo, circolando per la

città, con venti corse concerto, dalle 10 alle 18, con partenza da Piazza Castello e da Piazza Fontana. Le corse saranno suddivise per genere musicale, dal jazz al blues, dalla musica classica alla contemporanea.

Grazie alla partecipazione di Vodafone Italia sono in programma sabato tre concerti di musica classica nella cornice della nuova Darsena del Naviglio: Stefano Bigoni alle ore 18, Salvatore Giannella alle ore 19 e Marlena Maciejkowicz alle ore 20.

La prenotazione per gli ‘House Concerts’ e i ‘Concerti in cortile’ avviene attraverso il sito www.pianocitymilano.it a partire da lunedì 4 maggio alle ore 12. Per gli altri concerti è opportuno consultare il sito internet della manifestazione per le modalità di partecipazione.

‘Piano City Milano’ è un progetto realizzato grazie a Comune di Milano – Assessorato alla Cultura, Edison ed Intesa Sanpaolo, ideato e prodotto da Ponderosa Music&Art e Accapiù, con il sostegno dei partner “tecnici” Aiarp, Crescendo, Fazioli, Furcht/Kawai, Griffa & figli, Steinway & Sons, Tagliabue, Tarantino Pianoforti, Yamaha, KF Milano Musica, Bösendorfer, Passadori Pianoforti, Piatino Pianoforti che mettono a disposizione gli strumenti della manifestazione. Si rinnova anche per l’edizione 2015 la partnership con il Corriere della Sera e con Vodafone Italia.

Informazioni

www.pianocitymilano.it

Infoline: 366 977 1338info@pianocitymilano.it

Lun-ven 10.30 - 13.00 / 14.30 - 19.00 | sabato 23 e domenica 24: 9.00 - 22.00

Facebook: www.facebook.com/PianoCityMilano

Twitter: @PianoCityMilano - #pianomi2015

YouTube: www.youtube.com/PianoCityMilano

Condividi post
Repost0
28 aprile 2015 2 28 /04 /aprile /2015 18:11

Ieri scadeva il termine per la presentazione delle osservazioni al ℗ UMS , il Piano Urbano Mobilità Sostenibile . Un piano a mio modesto parere molto buono. Che affronta in modo costruttivo tutti i temi coinvolti.

Se desiderate saperne di più vi consiglio di andare sul sito del Comune a leggerlo. È' il piano che definisce gli interventi, le strategie di mobilità dei prossimi 10 anni.

Alcuni esempi.

vengono lanciate le LineeT , linee di trasporto veloci. Con corsie dedicate per lunghi percorsi. vengono creati degli hub di raccordo ai confni della cittá. Interventi in campo della ciclabilità e le politiche per dare più spazio ai pedoni, ai ciclisti rispetto alle auto. Per ridurre il numero delle auto in città.

Al piano ho fatto una serie di osservazioni, erano aperte alla città. Che verranno valutate dagli uffici prima di arrivare in Consiglio.

Qui di seguito una sintesi dei miei contributi, se desiderate riceverli nel dettaglioscrivetemi a elisabetta.strada@gmail.com


CICLABILITA'
- incremento sugli obiettivi della mobilità su due ruote desiderati nei prossimi 10 anni.
- incremento di interventi sulla sicurezza a vari livelli (controlli e multe, corsie specifiche x le svolte, maggiore severità per chi occupa le piste ciclabili, ecc)
- incrementi di collegamenti tra le varie formule previste Collegando tutta la città in una sorta di continuum per le due ruote (piste/parchi/ZTL e 30)
- incrementi di servizi (seggiolini x bike sharing, porta bici sui mezzi, ecc)

SOSTA BUS verso gli Outlet: ho richiesto di eliminare i capolinea dal centro e spostarli negli hub quali Famagosta

DISABILITA'
- ampliamento degli interventi per i non vedenti e non udenti in campo di incremento della segnaletica semaforica audio e segnaletica emergenziale video/luminosa per i non udenti. In una commissione consigliare difetti l'associazione specifica ci aveva fatto notare che in metropolitana in caso di segnale di emergenza i cittadini non udenti non sentendo non capiscono il pericolo, ma vanno inseriti dei segnali che si accedono e spengono

SOSTA MOTO
- eliminazione delle aree moto dai marciapiedi spostandole tutte in carreggiata con separatori per la sicurezza e per vietare la sosta abusiva di auto

PIAZZA CASTELLO

visto il costo enorme sostenuto per la realizzazione della pista ciclabile e l'incremento di traffico su Foro Bonaparte, dal momento chiusura della piazza. Propongo dopo Expo, di aprire la piazza durante i giorni feriali e chiuderla in quelli festivi/fine settimana, come fanno molte altre città, quali Bologna, Firenze

Condividi post
Repost0
27 aprile 2015 1 27 /04 /aprile /2015 17:31

Un’unica tessera per l’ingresso libero e illimitato in oltre 80 musei e siti di interesse storico e culturale del territorio lombardo. In vendita a partire dal 19 maggio 2015

Milano, 27 aprile 2015 - A partire dal 19 maggio 2015 anche in Lombardia, sarà possibile usufruire dei vantaggi dell’Abbonamento Musei, la card che permette di accedere liberamente e ogni volta che lo si desidera, per 365 giorni dalla data di acquisto, ai siti culturali della regione aderenti al progetto (musei, siti archeologici, ville, giardini e castelli, collezioni permanenti e mostre temporanee). La tessera, un prodotto culturale già presente in Piemonte, dove ha riscosso un ampio e crescente successo negli anni, consentirà l’accesso in oltre 80 musei e siti di interesse storico e culturale del territorio lombardo.

“Dopo il positivo esperimento realizzato dal Comune di Milano con l'introduzione nel 2014 delle Card annuali per l'ingresso ai Musei Civici della città, ora finalmente anche in Lombardia arriva uno strumento già largamente utilizzato con grande successo in Piemonte, estendendo così l'opportunità di 'abbonarsi' per un anno ai musei dell'intera Regione – dichiara Filippo Del Corno, assessore alla Cultura -. Con la feconda collaborazione tra istituzioni si offre così ai cittadini una significativa opportunità di conoscenza e approfondimento dello straordinario patrimonio artistico del nostro territorio, che sta finalmente conoscendo una sua piena valorizzazione grazie all'azione sinergica tra tutti i soggetti, pubblici e privati, che ne sono responsabili.

Il progetto nasce dalla volontà della Regione Lombardia che, in coerenza con la programmazione 2013-2018, ha previsto lo sviluppo di una “carta della cultura” per facilitare l’accesso ai musei e ai luoghi di cultura regionali, incentivarne la fruizione, favorire il miglioramento dei servizi culturali e lo sviluppo dell’attrattività del territorio nel suo complesso.

La Regione Lombardia ha così sottoscritto un protocollo d’intesa con la Regione Piemonte per realizzare anche sul territorio lombardo la tessera 'Abbonamento Musei', che sul territorio piemontese conta oltre 100.000 abbonati e consente l’accesso a oltre 200 musei e siti d’interesse storico e culturale. Le due istituzioni hanno inoltre definito gli obiettivi della collaborazione, illustrando la volontà di incentivare il turismo di prossimità attraverso l’interoperabilità dei due abbonamenti. L’accordo, esteso ai Comuni di Milano e Torino, delinea proprio questa volontà di sviluppare politiche comuni e sinergiche in ottica macro-regionale, in grado di estendere il bacino degli utenti, aumentare l’offerta culturale e creare un network sempre più sviluppato tra le due realtà.

“Il protocollo d’intesa con la Regione Lombardia” – commenta Antonella Parigi, assessore alla Cultura della Regione Piemonte “– rientra nelle politiche di sviluppo in ottica macro regionale che consideriamo strategiche per affrontare adeguatamente le sfide che, già da tempo, obbligano anche le amministrazioni locali a ripensarsi in prospettiva moderna. La cultura, in tal senso, è sicuramente uno degli ambiti dove la collaborazione tra aree geografiche limitrofe può trovare un immeditata applicazione. L’Abbonamento Musei Lombardia Milano, ma soprattutto la realizzazione di una carta unica che mette insieme le offerte culturali delle due regioni, prevista per il 2016, è uno strumento concreto e di sicura efficacia in grado di ampliare la fruizione culturale e sviluppare ulteriormente il turismo di prossimità”

“Sono particolarmente lieto che la collaborazione avviata già diversi anni fa tra Milano e Torino, a partire dal Festival MiTo per arrivare a Expo2015, - sottolinea Maurizio Braccialarghe, assessore alla Cultura della Città di Torino - si estenda oggi all’intero territorio delle due regioni permettendo così di ampliare l’offerta culturale per i cittadini e il relativo bacino d’utenza. Non soltanto le due città si raggiungono in meno di un’ora di treno, ma da oggi saranno unite anche dall’Abbonamento Musei che, come dimostra il successo riscontrato in Piemonte, non mancherà di incentivare le visite nei musei da parte di una sempre maggiore quantità di pubblico. Una reciprocità che permette inoltre di costruire un processo di condivisione di strumenti, metodologie, attività e interscambio di pubblico tra i musei e le istituzioni dei due territori.

L'Associazione Torino Città Capitale Europea, che da 15 anni gestisce l’Abbonamento Musei in Piemonte e di cui sono soci fondatori la Regione Piemonte, la Città di Torino e la Fondazione CRT, che opera in convenzione con la Regione Lombardia, ha progettato e gestirà lo start up dell’Abbonamento Musei Lombardia Milano.

Nel corso del primo anno la carta verrà arricchita di sconti e promozioni con altre realtà culturali e, nel periodo maggio-dicembre 2015, allo scopo di evidenziare la reciprocità tra i circuiti delle due regioni, verrà promossa la possibilità di acquisto dell’Abbonamento Musei a un prezzo speciale a chi è già abbonato a uno dei due circuiti. L’obiettivo è la costruzione di un unico sistema di fruizione che vedrà la sua completa realizzazione nel 2016 con l’integrazione tra i due abbonamenti (Lombardia e Piemonte) che potranno essere fruiti acquistando un’unica tessera.

“L’Abbonamento Musei in Piemonte” – commenta Francesca Leon, direttrice dell’Associazione Torino Città Capitale Europea – “negli anni è riuscito a coinvolgere più di 200.000 persone e a modificare il rapporto tra cittadini e musei. Il museo è divenuto luogo dove passare il proprio tempo libero ed è entrato a far parte dei percorsi di vita quotidiana. Siamo convinti che anche in Lombardia si possa percorrere la stessa strada ponendosi obiettivi di medio-lungo periodo. La costruzione del pubblico avviene in primo luogo con il coinvolgimento dei grandi fruitori di cultura, primi naturali destinatari della tessera. Il consolidarsi dell’esperienza, della comunicazione e del continuo dialogo con gli utenti e i musei, permetterà di ampliare il bacino di utenza così come accaduto nell’esperienza piemontese. E’ un progetto che fonda il proprio successo sul rapporto costante con i Musei aderenti e gli utenti, sull’eliminazione della barriera del biglietto che amplia le possibilità di scelta ed elimina la competizione tra i Musei stessi. Un modello vincente di marketing culturale, ma anche un metodo di lavoro e uno strumento che consente di costruire un rapporto di fidelizzazione e di fiducia tra l’abbonato e i musei, che scopre senza limiti di ingresso le bellezze del proprio territorio”.

Condividi post
Repost0
25 aprile 2015 6 25 /04 /aprile /2015 18:47

oggi ho avuto l'onore di essere ospite al Piccolo Teatro di Milano e partecipare alla commemorazione del 70° anniversario della Liberazione, Un bellissimo momento istituzionale insieme al Presidente Mattarella, al Sindaco, al Presidente Smuraglia.

Riporto il discorso del Sindaco

-------------http://www.comune.milano.it/wps/portal/ist/it/news/primopiano/Tutte_notizie/sindaco/20150425_discorso_pisapia_piccolo_teatro

70° anniversario della Liberazione

Il discorso del Sindaco Pisapia al Piccolo Teatro

Cerimonia con il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

Signor Presidente della Repubblica, un particolare - e mi permetta - affettuoso benvenuto a Lei da tutti i milanesi, onorati di accoglierla oggi, in questa giornata così importante per Milano e per tutto il nostro Paese.
Siamo qui in tanti – partigiane, partigiani, militari, civili, cittadini - perché la Liberazione è un patrimonio condiviso fra tutte le forze sane della società. Una grande pagina di unità. Un grande insegnamento.

Siamo qui in quello che oggi è un luogo di cultura, di dialogo ma che durante il fascismo era la sede della famigerata Legione Muti, responsabile di torture, violenze e morte, e del plotone di esecuzione della strage di Piazzale Loreto del 10 agosto 1944.
Sono passati 70 anni. Ma il 25 aprile non è solo la data di una commemorazione: è la data fondante della nostra storia. La Resistenza fu una pagina di grande riscatto morale e civile, con apporti ideali più diversi, ma con un fine comune.
Quel fine è stato sancito dalla Costituzione e tuttora illumina i princìpi più preziosi della nostra democrazia: pace, libertà, eguaglianza, solidarietà politica, economica e sociale.

1) La nostra Costituzione ci dice che non possiamo solo piangere o limitarci a condannare i responsabili - e i corresponsabili - della vera e propria strage di chi, disperato, fugge dalla violenza, dalla fame, dalla guerra, dalla dittatura
2) ma che dobbiamo anche essere protagonisti dell’aiuto e dell’assistenza di donne, uomini, bambini ai quali rimane solo la speranza di un mondo migliore, di una società più giusta.

E con forza dobbiamo dire, dobbiamo agire – ognuno nel proprio ruolo, ognuno secondo le proprie possibilità - affinché l’Italia non sia lasciata sola e l’intera Europa sappia dimostrare la propria capacità di essere anche umana e unita per porre fine a una situazione moralmente e politicamente inaccettabile.
I valori della resistenza, i princìpi scolpiti nella nostra Costituzione debbono diventare sempre di più concretezza nell’essere e nell’agire. E per questo è importante che – con noi – ci siano oggi molti ragazzi, molte bambine e bambini.
Fu la voce di Sandro Pertini a dare il primo segnale di riscossa a Milano in quella mattina di primavera, in quel giorno di libertà.
Alle otto del mattino, dalle antenne di Radio Milano Libera, Pertini spronava Milano allo sciopero generale “contro l’occupazione tedesca contro la guerra fascista, per la salvezza delle nostre terre, delle nostre case, delle nostre officine”.

E Milano rispose. Rispose unita e coraggiosa, consapevole di essere ancora una volta alla testa della battaglia per la democrazia, contro ogni dittatura.

Rispose consapevole di esprimere in questo modo se stessa, fedele alla sua vocazione secolare: generare libertà e progresso per tutti.
La Medaglia d’oro che ha decorato la Città di Milano è stato il riconoscimento della piena partecipazione del corpo sociale della città e del suo territorio alla lotta di liberazione.
Milano aveva dentro di sé anticorpi secolari che le gerarchie fasciste neppure ipotizzavano e che quel mattino entrarono in azione, e vinsero.
Ancor prima della direttiva impartita via radio, Milano si era preparata allo sciopero e alla lotta. E proprio qui in Via Rovello, la 120ma Brigata Garibaldi impose la resa ai nazifascisti: sono centinaia i luoghi e gli episodi che raccontano la partecipazione di una intera comunità.
Aldo Aniasi, il comandante Iso, e Antonio Greppi, entrambi Sindaci di Milano - che erano stati in prima fila nella lotta di liberazione - ebbero sempre la consapevolezza di essere fieri rappresentanti di un popolo unito e libero.
E c’è un altro aspetto che occorre riscoprire e mettere in luce: l’aspetto culturale. Ci troviamo qui in un luogo di cultura: un luogo anch’esso liberato, un luogo da cui Milano ripartì grazie al coraggio e all’ingegno di Paolo Grassi, Giorgio Strehler, Nina Vinchi e tanti altri.
Un luogo che ci rivela l’anima del movimento di Liberazione: un’anima fatta di idee, di progresso, di innovazione culturale.
Quello slancio, quella capacità di costruire il futuro, quella speranza di un mondo più giusto sono, ancora oggi, parte integrante del nostro impegno e della nostra capacità – della nostra volontà - di non essere indifferenti di fronte alle ingiustizie. Serve ancora la Liberazione. Una resistenza le cui armi siano i progetti, le idee, i valori e l’impegno per un rinnovamento morale e civile.

1) Liberazione oggi vuol dire innanzitutto liberare se stessi: dall’egoismo, dalla difesa ostinata agli interessi particolari e personali, dall’opportunismo, dal trasformismo inteso come strategia per l’occupazione del potere.
2) Liberazione oggi vuol dire guardare al mondo con fiducia e non con paura.
3) Liberazione oggi vuol dire ribellarsi contro ogni oppressione.
4) Liberazione oggi vuol dire difendere la natura, il paesaggio, l’ambiente.
5) Liberazione oggi vuol dire legalità, lotta alle mafie, alla corruzione che divora la democrazia e lo sviluppo.

Queste sono le battaglie di oggi, questi sono i valori di chi crede nella democrazia e nei diritti inviolabili dell’uomo, ovunque sia nato e senza distinzione di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.
Perché 70 anni fa noi siamo usciti dalla guerra, ma oggi il mondo non è in pace.
Ieri abbiamo inaugurato la Casa della Memoria, che è - e vuole essere - un luogo vivo, dove il passato, il triste passato, si intreccia con lo studio, la conoscenza, l’azione. Dove avranno una sede tutte le Associazioni civili e storiche che si occupano di Resistenza, di terrorismo, di ogni forma di violenza.
Perché dalla memoria nasca una nuova città, un Paese nuovo.
Tra pochi giorni apre a Milano l’Esposizione Universale. Anche Expo vuole essere un evento di libertà, per un mondo più giusto che sappia diffondere il diritto di tutti al cibo e all’acqua. E’ un ideale alto e difficile, non scontato. Milano ci prova, e sono certo che questa Città saprà dare al Mondo soluzioni non facili, ma soluzioni efficaci, strumenti veri fatti di concretezza ambrosiana. Anche in Expo abiteranno gli ideali di quella primavera di rinascita.

Ecco perché, Signor Presidente, cari amici, è – e sarà sempre - 25 Aprile, è – e sarà sempre - Resistenza.

Condividi post
Repost0
23 aprile 2015 4 23 /04 /aprile /2015 20:07

D’Alfonso: ”Invito tutti i milanesi a festeggiare insieme a noi un luogo simbolo di Milano che oggi torna a vivere”

Milano, 23 aprile 2015 - Una giornata di festa tra musica, spettacoli, mostre e gite in barca per festeggiare la nuova Darsena di Milano. Domenica 26 aprile, dalle 10.30 a tarda sera, i milanesi e non solo potranno ammirare il nuovo volto di uno dei luoghi più amati e caratteristici della città, riqualificato in occasione di Expo 2015.

"Invito tutta la città a festeggiare insieme a noi un luogo simbolo di Milano che oggi torna a vivere per i milanesi e i turisti - ha detto l'assessore al Commercio, Attività produttive e Turismo Franco D'Alfonso -. Sarà una grande festa popolare, una giornata storica per Milano, a pochi giorni dal grande evento di Expo. La nuova Darsena coniuga l'anima tradizionale dei Navigli con il nuovo volto della città: un luogo che saprà essere una delle principali attrazioni urbane, in cui storia e cultura riescono a fondersi e a convivere con la fruizione quotidiana degli spazi e la vivace vita notturna".

La grande festa popolare è resa possibile grazie alla collaborazione tra Comune di Milano, Consigli di Zona 5 e 6, DUC Navigli, Navigli Lombardi Scarl, Fondazione Milano, Fondazione Triennale, Associazioni di categoria, nonché le tre storiche Canottieri di Milano: Olona, Milano e San Cristoforo.

La giornata di domenica inizierà alle ore 10.30 con il saluto di tutte le Autorità che hanno contribuito alla realizzazione del progetto presso il palco allestito di fronte al nuovo mercato comunale coperto. Al termine dei discorsi il Sindaco Giuliano Pisapia, con i rappresentanti dell'Amministrazione, percorrerà la nuova sponda della Darsena lungo viale Gabriele D'Annunzio per imbarcarsi su un battello della Navigli Scarl e percorrere il tratto fino al primo ponte dove incontrerà il Barchett de Boffalora, la barca corriera più caratteristica della tradizione dei Navigli, e accompagnata dalle imbarcazioni dei "Canottieri", si porterà al centro della Darsena per il taglio del grande nastro tricolore simbolo della restituzione dell'opera ai milanesi e alla città.

Ad aprire i festeggiamenti, dalle ore 12.30 alle ore 14, saranno due insoliti flash mob, una performance musicale tra corso San Gottardo e via Col di Lana, e una canoro-danzante in corso Manusardi a cura di ICM con Unione Artigiani di Milano. Dalle 15 alle 21, grazie alla collaborazione con Piano City, dieci colorati pianoforti suoneranno sotto l'arco di Porta Ticinese.

Dalle 15 alle 20, in piazza XXIV Maggio, gli studenti dei Civici Corsi di Jazz e Cem di Fondazione Milano intratterranno il pubblico con una serie di jam session ispirate ai grandi protagonisti del jazz, del funk e del pop. Nello spazio CineCube sulla Darsena, dalle 15 alle 18, saranno proiettati cortometraggi della Civica Scuola di Cinema sul tema delle vie d’acqua. All’acqua, alla Darsena e alle sue trasformazioni è dedicato anche il racconto teatrale che allievi e diplomati della Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi hanno creato ad hoc per l’occasione e che presenteranno nel pomeriggio presso il vicolo Lavandai (Naviglio Grande). Mentre alle 16, in via Magolfa, racconteranno la Milano di Alda Merini nella perfomance “Milano è diventata una belva”. Sempre in via Magolfa, alle 18.30, concerto di flauto e chitarra classica nell'ambito del Festival Giovane della Primavera.

Dalle 17.30 alle 22.30, lungo tutto il Naviglio Pavese, si alterneranno una serie di concerti musicali curati dalle Scimmie, uno dei locali più rinomati di Milano per i concerti di musica dal vivo in zona Navigli. Dalle 15 alle 23, per i più giovani e amanti della musica elettronica, al Parco Baden Powell di Ripa di Porta Ticinese, spazio all'animazione e dj set dei più apprezzati dj milanesi.

Una giornata di festa anche per i più piccoli che dalle 15 alle 19 presso la Darsena, grazie alle tre storiche Canottieri di Milano e alla Associazione Marinai d’Italia, potranno vivere l’emozione di salire su barche Vichinga e Dragoni scoprendo così i segreti del canottaggio. Ad attendere i più piccoli anche i famosi bagnini di Cervia con i loro inconfondibili “mosconi rossi” che per l’occasione insegneranno i segreti della voga alla veneziana.

Sulle piattaforme galleggianti con il Museo d’Arte e Scienza di via Sella,4 a Milano, si svolgeranno laboratori didattici per bambini per imparare divertendosi.

Per tutti la possibilità di scoprire i Navigli da un insolito punto di vista, l'acqua, grazie alle corse gratuite dei battelli di Navigli Lombardi che salperanno dal Ponte dello Scodellino per proseguire verso il Naviglio Grande in direzione Porta Genova, per poi tornare in Darsena, andare verso il Naviglio Pavese e terminare la corsa all’approdo di Alzaia Naviglio Grande 6.

Grazie a "Milano a fior d'acqua", la suggestiva mostra fotografica sull'acqua di oltre 200 mq, il pubblico potrà scoprire come sono cambiati i Navigli dagli anni '30 ad oggi attraverso gli scatti provenienti dalle principali collezioni pubbliche della città. Un'iniziativa realizzata grazie a Triennale Milano, Museo Fotografia Contemporanea e Comitato Brand Milano.

Per l'occasione lo spazio dell'ex Fornace del Naviglio Pavese ospiterà, per tutta la giornata, due mostre: una a cura dell'Associazione Naviglio Pavese che racconta l'evoluzione del Naviglio attraverso quadri, fotografie e disegni a cura dell’associazione Terre Navigli; la seconda (dalle ore 15 alle 19) è un percorso che illustra l'attuale progetto di riqualificazione dell'intera area realizzato in occasione di Expo 2015.

Nel pomeriggio dalle 16.30 alle 18 la piattaforma galleggiante, ospiterà l'attore milanese Roberto Marelli che presenterà il libro "Porta Ticinese o' cara" che racconta un quartiere e i personaggi della Milano di una volta che ormai pochi milanesi conoscono tra umorismo, aneddoti e stralci di vita vissuta lungo le sponde dei Navigli. Un seconda piattaforma sarà sede di incontri aperti al pubblico tra gli Amministratori locali e i cittadini durante tutto l'arco della giornata. A seguire uno spettacolo musicale sulle canzoni della Ligera milanese a cura di “Atomo” Davide Tinelli.

Dalle 19.30 alle 20.30 il pubblico potrà assistere a un suggestivo concerto sull’acqua a cura dell’ Orchestra Verdi di Milano.

In corso Manusardi (Alzaia Naviglio Pavese) saranno allestiti stand delle diverse associazioni che hanno contribuito alla realizzazione della giornata per promuovere le proprie attività e sensibilizzare il pubblico al mantenimento delle tradizioni dei Navigli.

Per chi vorrà sarà possibile acquistare un ricordo della giornata presso il corner Brand Milano allestito in piazzo XXIV Maggio. Spazio anche al gusto, tutti potranno infatti assaporare per l’occasione la famosa piadina romagnola grazie alla partecipazione del Comune di Cervia ai festeggiamenti per la riapertura della Darsena. Proprio nella giornata di domenica il Comune di Milano e il Comune di Cervia sottoscrivono un protocollo di collaborazione per la reciproca promozione turistica dei territori.

A simboleggiare l'abbraccio della città alla ritrovata Darsena, la "Lunga Sciarpa per il Naviglio" dell'Associazione Coinvolgente che avvolgerà le sponde dall'Alzaia Naviglio Grande, lungo viale Gorizia per poi ridiscendere lungo viale Gabriele D'Annunzio sino al mercato coperto. La sciarpa è nata da un'idea dell'artista Mitti Piantanida per tutelare la storia e la memoria del Naviglio. All'iniziativa, che ha come madrina l'étoile della Scala Luciana Savignano, hanno aderito oltre 180 associazioni e migliaia di persone da 200 paesi e città italiane e 30 nazioni del mondo. Una parte di sciarpa verrà consegnata simbolicamente al Sindaco di Milano.

Durante tutta la giornata lungo l’Alzaia del Naviglio Grande si potranno ammirare i quadri e le opere degli artisti dell’Associazione Libera Artisti Naviglio Pavese oltre all’esposizione di numerose composizioni floreali a cura dell’Associazione Naviglio Grande.

Per concludere degnamente la serata, dalle 20.30 alle 23 sarà allestita presso il salone dell’Associazione Marinai d’Italia in viale Gorizia una grande “pista da ballo” per consentire a tutti gli amanti dei Navigli di continuare la festa tra musica e danze a cura dell'Associazione Artistica di Milano.

Per far conoscere ai milanesi la grande festa della Darsena, l'Amministrazione ha predisposto un ampio piano di informazione. Affissione di oltre 500 manifesti in tutta la città; 300 locandine per i locali della Zona oltre a 3.000 volantini. A questi si affiancano spot radiofonici sulle principali emittenti milanesi (Radio Popolare, Number One, Radio Italia Anni '60, Lifegate, Radio Lombardia). Utilizzati anche gli schermi presso le Case dell'acqua e i maxischermi di Montenapoleone/Matteotti e largo La Foppa, Marghera, piazza Lima e piazza XXV Aprile, nonché gli schermi presenti sulle banchine della metropolitana oltre a tutte le pagine dei social network del Comune di Milano.


Condividi post
Repost0

Presentazione

  • : elisabettastradaconsigliocomunale
  • Contatti

Profilo

  • elisabettastrada
  • Da giugno 2011 sono Consigliere Comunale della Milano Civica x Pisapia Sindaco
  • Da giugno 2011 sono Consigliere Comunale della Milano Civica x Pisapia Sindaco

Cerca

Link