Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
9 novembre 2013 6 09 /11 /novembre /2013 13:04
Siamo in fase di bilancio , si stanno. Dibattendo gli emendamenti.
Ieri è stato approvato il maxi emendamento sulle opere da finanziare e tra queste entra il Lirico.
Credo lunedì si dibatterà di un altro argomento che crea grande discussione all'interno della maggioranza, un emendamento che abbiamo presentato noi della civica, con firma del capogruppo e altri due consiglieri del PD, e di un consigliere PDL e con la cons. Moioli.
Le derrate alimentari alle scuole d'infanzia paritarie.


Partiamo dalla premesse che attualmente a Milano ci sono 32600 bambini iscritti nelle materne. Di questi 914 nell'estate vuole private, 2186 nelle scuole statali; i restanti nelle paritarie. Di questi 22133 nelle scuole paritarie comunali, 7387 nelle paritarie private (religiose e laiche) . Inoltre ci sono ancora 200 bambini sono in lista d'attesa nelle nostre scuole.
Possiamo dire che il comune offre la maggior parte del servizio, MA non riesce ad accogliere tutti i bimbi difatti ci sono ancora liste d'attesa. Pertanto queste scuole paritarie , non quelle private, offrono un servizio pubblico e sociale importante. Non stiamo parlando delle primarie o secondarie.

Cosa c'era a bilancio fino ad anno scorso :
c'erano due tipi di contributi x le scuole paritarie
- 550 mila euro cash
- 2600000 euro in derrate alimentari per diritto allo studio specialmente per il servizio mensa
questa seconda cifra é riferita ad una convenzione a.s. che veniva rinnovata automaticamente. Per derrate si intendono gli ingredienti alimentari che vengono acquistati da Milano Ristorazione è consegnati a crudo tendenzialmente , alle scuole paritarie ( si effettua il medesimo servizio e quindi voce a bilancio a carico del comune per i bambini delle scuole statali)

quest'anno a luglio si é deciso visto la difficoltà del bilancio di:
- eliminare il contributo dei 550 mila a pioggia . Quindi questa voce "contributo economico alle scuole paritarie è stata cancellata"
- non rinnovare la convenzione per le derrate ma iniziare un percorso diverso di consegna derrate, più equo per tutti. Cioè come avviene nelle scuole comunali e statali, in base alle capacità economiche delle famiglie. In base al reddito ISEE

Peccato che questa nuova convenzione è in studio e sviluppo da quest'anno scolastico , a convenzione scaduta, e dopo che le scuole hanno definito tutte le rette con le famiglie (si fanno a gennaio le iscrizioni) quando pensavano di ricevere questi soldi .
Questo fatto causa una ricaduta sulle famiglie (che si vedrebbero aumentare le rette ad anno in corso) e molte scuole piccole vanno veramente in crisi, senza pensare inoltre che Milano ristorazione avrebbe una perdita di fatturato.

Pertanto, quello che noi abbiamo proposto è di NON togliere di colpo il pane ai bambini ma di procedere in modo accelerato il percorso di nuova convenzione , che porterebbe le rette della ristorazione delle paritarie definite in base al reddito ISEE, e quindi anche con quote di gratuita per i redditi bassi, ma di rintrodurre per quest'anno scolastico, mentre si definisce la nuova convenzione, le derrate per finire questo anno scolastico.
Questa nuova modalità potrebbe addirittura diventare un esempio innovativo esportabile ad altri comuni.

quindi una nuova convenzione più equa per tutti e che coprirebbe un diritto allo studio che il comune da solo non riesce a coprire nel campo delle scuole

Per questo noi abbiamo deciso di sostenere l'abolizione del contributo ma mantenere il pane e le carote, tanto per intenderci, fino alla nuova modalità di contribuzione più equa per tutti i bambini, a prescindere da dove vanno a scuola, se nella statale, o nella paritaria comunale o privata

Condividi post

Repost 0
Published by elisabettastradaxpisapia
scrivi un commento

commenti

EMANUELE MARTINOLI 11/12/2013 10:25

Sono sconcertato e deluso. Non ci sono soldi per dare pane e carote (come dici tu)ma ci sono 16 milioni di euro per ristrutturare il Lirico. Secondo te di quanti megateatri abbiamo bisogno oltre
all'Arcimboldi (che non mi risulta sia sempre pieno)? Dove mettere i soldi è una scelta politica e questa scelta non la condivido.

Paolo Agnoletto 11/11/2013 11:44

Ho letto il Tuo articolo su emendamento derrate alimentari scule private e mi ha lasciato molto perplesso, in linea di massima concordo con le osservazioni sollevate da Chiedo Asilo che trovi in
rete al seguente intirizzo http://chiedoasilo-milano.blogspot.it/.
Una nota biografica: Chiedo Asilo nasce esattamente 15 anni fa, era il maggio 1997 ed allora avevamo ancora i filgi a nidi e materne, quando con altri genitori della nostra Scuola Carabelli abbiamo
iniziato una raccolta di firme sul problema "luglio"; da allora è inizato questo percorso per la difesa e l'ampliamento di servizi pubblici per l'infanzia di qualità e aperti a tutti, e mi fa molto
piacere sapere che dura ancora oggi.

Presentazione

  • : elisabettastradaconsigliocomunale
  • Contatti

Profilo

  • elisabettastrada
  • Da giugno 2011 sono Consigliere Comunale della Milano Civica x Pisapia Sindaco
  • Da giugno 2011 sono Consigliere Comunale della Milano Civica x Pisapia Sindaco

Cerca

Link